7 Maggio Mag 2016 1000 07 maggio 2016

Mani e piedi, coppia vincente

Nuovi feticci di fascino e benessere sono sempre in primo piano. Un ottimo motivo per esigere attenzioni speciali. Dal massaggio stile spa allo scrub levigante, fino allo smalto: come curarli.

  • ...
mani piedi

Le mani sempre in mostra, grandi comunicatrici ed esplicitamente seduttive. I piedi maestri di understatment apparentemente defilati, ma solo per evidenziare il loro intimo appeal. Sembrano così diversi, eppure sono legati da fondamentali affinità: hanno una struttura ossea quasi identica e funzionano da organi sensori, che forniscono al corpo le informazioni necessarie per regolare l’equilibrio e i movimenti. Ma non solo.

ZONE MOLTO SENSIBILI
Mani e piedi sono considerati autentici 'terminali' del benessere. Si tratta, infatti, di zone molto innervate e vascolarizzate, particolarmente sensibili alle digitopressioni. Intervenire sulla pianta, sul palmo e sulle dita favorisce la circolazione e, secondo l’antica medicina cinese, stimola i punti collegati ai diversi organi e i canali energetici che confluiscono nei polpastrelli. Ma anche un semplice massaggio può essere molto rilassante. Prima si trattano i piedi, percorrendo lentamente la pianta con le nocche, accarezzando il dorso, allungando e flettendo ciascun dito. Quindi si passa alle mani: basta massaggiare con il pollice alternativamente i palmi, stringere ogni dito dalla base alla punta, sfiorare ripetutamente il dorso fino al polso.

IL SENSO DEL MORBIDO
Dopo il massaggio, è importante rendere levigata la pelle costituzionalmente predisposta a ispessirsi e screpolarsi. Primo step uno scrub, che può essere anche fai-da-te, miscelando olio di oliva e sale fine. Questo composto va massaggiato su mani e piedi ancora umidi, dopo un maniluvio e un pediluvio in acqua cada. La crema, invece, deve essere differenziata: idratante o antietà e protettiva per le mani; emolliente e levigante per i piedi, che con la bella stagione meritano qualche attenzione in più.

SENZA MACCHIE NÈ GRINZE
Camminare scalze, come ha ribadito l’associazione degli ortopedici americani, è il sistema migliore per mantenere i piedi elastici e flessuosi. Ma per le mani la sfida anti-age diventa più sofisticata. Tanto che la medicina estetica punta su trattamenti ad hoc contro i classici inestetismi associati all’età. Se sono scarne, aiutano a ritrovare il turgore e fanno sparire le venule in rilievo microiniezioni di acido ialuronico ad hoc; mentre contro macchie e increspature si può ricorrere ai laser frazionati di ultima generazione.

UNGHIE IN TECHNICOLOR
Una volta coccolati i tessuti, si passa allo smalto: il rosso intenso rimane il colore cult e il nude look un evergreen in tutte le stagioni, la primavera 2016 vede il ritorno delle tinte pastello, dal delicato albicocca (solo se a pelle è scura) al raffinato lilla (perfetto sulle mani diafane) alle varie tonalità di rosa, che stanno bene a tutte. La prossima estate, poi, le più audaci potranno sfoggiare anche il solare giallo limone, il verde tenero o brillante e il vivace turchese, che diventano molto glam grazie all’abbronzatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso