19 Settembre Set 2015 1000 19 settembre 2015

Le nuove frontiere del beauty care

La cosmetica è in continua evoluzione. Letteradonna.it vi segnala gli inediti principi attivi creati nei laboratori più all’avanguardia, con una gallery dedicata ai prodotti che li contengono.

  • ...
ThinkstockPhotos-177034685-600x450

Dopo la pausa estiva, per la cosmetica si apre una stagione di grandi novità, in particolare riguardo al beauty care. A volte si tratta di formule inedite, a volte di rivisitazioni. In ogni caso, segnano un passo avanti nel raggiungimento di un obiettivo comune: una pelle luminosa e senza imperfezioni a tutte le età. Ma quali sono i principi attivi su cui puntano le case cosmetiche più prestigiose? Per scoprirlo, Letteradonna.it ha curiosato nei loro laboratori. E nella gallery in fondo all'articolo troverete una selezione dei prodotti che li contengono.

VERDI ELISIR DI GIOVINEZZA
Oggetto di continui studi e ricerche, i derivati vegetali continuano a tenere banco, spesso mixati tra loro. Emblematico il Phyto-Complexe LC12 brevettato da Sisley, in grado di preservare l’integrità delle cellule cutanee, oggi associato a oli vegetali nutrienti. Anche iCare e Lancaster fanno largo uso di fitocomplessi, soprattutto ad azione antietà; mentre Estée Lauder ha messo a punto l’innovativa Tecnologia Rimodellante, quasi esclusivamente a base vegetale, mirata a ridensificare la pelle. Non fa eccezione Elizabeth Arden che, per il primo nato della linea Arden Active Skincare, ha scelto un mix di fitoestratti e probiotici attivo su più fronti. L’Occitane, invece, punta sulle straordinarie proprietà idratanti dell’angelica.

PEPTIDI EFFETTO LIFTING
Rendere meno evidenti le rughe e più compatta la pelle: è questo il compito dei vari tipi di peptidi (molecole di sintesi formate da due o più aminoacidi) impiegati in cosmetica. Come gli esapeptidi leviganti (agiscono come un filler) e i tri-peptidi botox like (riducono le microcontrazioni cutanee), presenti nelle formule più all’avanguardia di Strivectin.

VITAMINE DALL’ AZIONE AD AMPIO RAGGIO
Da sempre utilizzate in cosmetica, le vitamine esprimono al massimo il loro potenziale antiage nell’esclusivo complesso Formula 3 creato da Bionike. Ma questi preziosi principi attivi non sono utili soltanto per attenuare i segni del tempo. Grazie alla sua azione antibatterica, antinfiammatoria e seboregolatrice, per esempio, la vitamina PP (niamicide) risulta molto efficace nel trattamento cosmetico dell’acne. Sembra, però, che i risultati migliori si ottengano combinandola con il gluconolattone, un idrossiacido derivato dallo zucchero. Il merito della scoperta va ai Laboratoire Dermatologique SVR.

DAL MARE ENZIMI ENERGETICI
Provengono dall’alga blu e da un batterio marino due varietà di enzimi molto speciali. Isolati nei laboratori Filorga, secondo i ricercatori, uno ha la capacità di potenziare i meccanismi di ristrutturazione del DNA cellulare, l’altro di catturare l’energia potenzialmente nociva dei raggi ultravioletti e infrarossi per trasformarla in energia positiva, capace di contrastare rughe e cedimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso