Mente e corpo 11 Febbraio Feb 2014 1003 11 febbraio 2014

Via lo stress, nemico della bellezza

Lo skin care si combina alla riscoperta delle emozioni positive. Che allentano le tensioni e rendono la pelle radiosa.

  • ...

I prodotti giusti, ma anche le tecniche di rilassamento servono a migliorare il tono della pelle.

Getty Images/iStockphoto

Affinare le capacità di adattamento, imparare a modulare le proprie reazioni. Sono gli step di un programma per la pelle di nuovo tipo, che associa trattamenti cosmetici e microstrategie antistress. Tra i primi a metterlo in pratica i dermatologi del Columbia University Medical Center di New York, in base all’evidenza scientifica che lo stress è responsabile di disidratazione, reazioni irritative e invecchiamento cutaneo accelerato. È importante, quindi, tenere a bada ansia e tensioni, con piccoli accorgimenti e tecniche ad hoc.

UN BEL RESPIRO
Inspirare ed espirare profondamente, con ritmo regolare per qualche minuto, per esempio, è il sistema più immediato per creare un salutare distacco tra sé e il mondo che aiuta a ritrovare la calma. Questo semplice esercizio risulta ancora più efficace se, durante la sua esecuzione, si riesce a mantenere la mente sgombra da ogni pensiero.
GOCCE DI SERENITÀ
Il profumo di alcune piante funziona come un ansiolitico naturale e i neuroscienziati della Queensland University di Brisbane, in Australia, hanno scoperto perché: agirebbe sulle aree cerebrali deputate al rilascio di alcuni ormoni, la cui produzione aumenta sotto stress, creando ansia e rendendo irritabili. Durante i periodi di superlavoro, quindi, può essere utile sostituire il profumo abituale con una fragranza aromaterapica dalla proprietà rilassanti.
BENEFICI MASSAGGI
Se eseguito con tecniche dolci, qualsiasi tipo di massaggio ha effetti rilassanti. «Mediante le fibre nervose, infatti, i recettori presenti sulla superficie cutanea trasmettono la sensazione tattile prima al midollo spinale, quindi al cervello, che decodifica gli stimoli ricevuti e li traduce in processi biochimici», spiega Giovanni Chiarelli, dermatologo presso l’Ospedale San Raffaele di Milano. «Se poi lo sfioramento viene effettuato con metodiche precise, sul corpo o sul cuoio capelluto, come avviene con il massaggio, la connessione epidermide-cervello stimola anche la produzione di endorfine, ormoni dagli effetti rasserenanti».
TOCCHI RIVITALIZZANTI
Di antiche origini orientali, lo shiatsu è una tecnica che permette all’organismo sia di scaricare le tensioni, sia di ricaricarsi di energie e che, in versione semplificata, può essere praticata anche da sole. Michele Marchesani, della Shiatsu-Shintai School di Orvieto, spiega come eseguire un trattamento dall’immediato effetto antistress e rivitalizzante. «Percuotere delicatamente il corpo con il pugno chiuso, iniziando dall’interno delle braccia fino alla mano e dall’esterno fino alla spalla; poi passare al petto e ai glutei; procedere con lievi percussioni sulle gambe, nella parte interna in senso discendente, in quella esterna ascendente; infine picchiettare la pianta dei piedi».
RELAX IN PISCINA
Accogliente come un abbraccio, l’acqua è habitat privilegiato del fitness antistress. La piscina diventa uno spazio-rifugio, dove ritrovare l’equilibrio psicofisico. Riscaldata e poco profonda ispira il watsu (versione acquatica dello shiatsu), il woga (esercizi yoga effettuati in immersione) e l’ai-chi, (elaborazione del tai chi chuan che propone movimenti danzanti cadenzati dal ritmo tranquillo del respiro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso