Al top 20 Gennaio Gen 2014 1609 20 gennaio 2014

A ogni ciocca, il suo trattamento

Doppie punte, eccesso di sebo, effetto stopposo. Il tempo stressa i capelli. Ma per ogni fenomeno, c'è un rimedio. Anche fai da te.

  • ...
Young girl and haircare

Raccolti rivelano autocontrollo, lasciati sciolti esprimono disponibilità a stringere nuove amicizie, nascondere lo sguardo dietro una ciocca può essere interpretato come un messaggio seduttivo. I capelli hanno grandi capacità di comunicazione. Ma per colpa di pioggia, stress, freddo, sole...sono anche una delle parti del corpo più esposte alle intemperie. E visto che dicono di molto di noi e del nostro modo di essere, è importante prendersene cura nel modo giusto.

Doppie punte. L'olio di ricino aiuta a ricompattarle.

S2artstudio

STOP AL SEBO IN ECCESSO
Se prodotto in quantità normale, il sebo mantiene i capelli morbidi e lucenti, ma se è in eccesso li rende opachi e pesanti. Le cause di questo squilibrio sono sconosciute, ma il problema può essere risolto grazie a shampoo e lozioni a base di principi attivi dall’azione astringente, spesso di origine vegetale. Tra i più efficaci l’olio essenziale di cedro, gli estratti di ippocastano e di liquirizia.
Ricetta fai-da-te: per l’ultimo risciacquo, utilizzate un litro di acqua tiepida con l’aggiunta del succo di tre cedri o limoni. I dermatologi consigliano anche di inserire nella dieta molti alimenti o integratori alimentari ad alto contenuto di vitamine del gruppo B, come noci, legumi e, in particolare, pappa reale e lievito di birra, che ne sono ricchissimi.
DOPPIE PUNTE ADDIO
Le biforcazioni delle punte sono causate dalla carenza di sebo. Se non è curata immediatamente, il capello si divide in due fino alla radice, si indebolisce e si spezza. L’unica soluzione è un taglio drastico di almeno due centimetri, poi l’impiego regolare di appositi sieri ipernutrienti.
Ricetta fai-da-te: prima dello shampoo, massaggiate le punte con qualche goccia di olio di ricino, che ha la capacità di migliorare la coesione tra le squame cheratiniche di cui è composto il fusto.
NO ALL’EFFETTO «STOPPA»
Le aggressioni esterne (sole, salsedine, smog e colorazioni chimiche) intaccano la cuticola e alterano la struttura del capello, rendendolo arido e fragile. Per riparare il danno, assicurano ottimi risultati shampoo e maschere a base di keratina e oli di origine vegetale. Ottimi quelli di mandorle dolci, di argan e il burro di karité.
Ricetta fai-da-te: schiacciate un avocado ben maturo fino a ottenere una poltiglia consistente. Applicatela sui capelli asciutti prima dello shampoo, poi avvolgete la  testa nella pellicola trasparente (in modo da favorire l’assorbimento delle sostanze nutritive) e lasciatela in posa per mezz’ora.

Capelli stopposi. Tagliarli non è l'unica soluzione.

CONTRO LA CADUTA
Rinforzare la radice e aumentare la resistenza del fusto: sono questi gli obiettivi dei prodotti anti-caduta. Per raggiungerli, la moderna cosmesi punta su vari principi attivi, tra cui le cellule staminali vegetali, l’estratto di ortica, l’olio essenziale di menta (svolgono un’azione rivitalizzante sul bulbo), olio d’oliva e miele (irrobustiscono la struttura capillare).
Ricetta fai-da-te: lasciate macerare una manciata di foglie secche di betulla in un recipiente a chiusura ermetica con 190 ml di alcol e altrettanti di acqua distillata. Fate riposare il tutto per 10 giorni, agitando spesso il recipiente, quindi filtrate.  A parte sciogliete in un po’d’alcol qualche goccia di olio essenziale di menta e aggiungetelo al preparato. La lozione va conservata lontano dalla luce e utilizzata per frizionare il cuoio capelluto due volte al giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso