NOVITÀ vs BUFALA 11 Gennaio Gen 2013 1650 11 gennaio 2013

Cellulite ko (forse) con l'intimo

Un’azienda comasca ha brevettato un tessuto anticellulite a infrarossi. Scettici gli esperti.

  • ...
intimo_cellulite

Il tessuto brevettato sfrutterebbe le potenzialità degli infrarossi per riattivare la vita cellulare. (Getty)

Getty Images/iStockphoto

Ridurre la cellulite e la pelle a buccia d’arancia semplicemente indossando biancheria intima. È il sogno di ogni donna. Che potrebbe, forse a breve, diventare realtà. L'idea è stata studiata da un'azienda italiana, con sede a Olgiate Comasco, che ha brevettato Allure, un nuovo "tessuto anticellulite". Così definito dai suoi inventori, la stoffa possiederebbe proprietà tonificanti. A garantirlo, secondo l'azienda, alcune ricerche provenienti dagli Stati Uniti e dal Sudamerica, su un campione di oltre 200 donne. Ma gli esperti restano scettici.
FILATO CON MICRO-PARTICELLE CERAMICHE
Secondo gli imprenditori lombardi, il tessuto sarebbe in grado di emettere raggi Fir (Fire infrared Ray), uno spettro luminoso non visibile agli occhi ma molto potente, in grado di attivare la vita cellulare, attraverso micro particelle ceramiche inserite nel filato. I raggi, poi, emetterebbero onde capaci di aumentare la circolazione venosa nel primo strato di epidermide, da 1 a 5 millimetri. L'azienda promette risultati non solo in ambito estetico, ma anche sportivo, implementando l'ossigenzaione cellulare. Per avere effetto, suggeriscono dall'azienda, i capi dovranno essere indossati costatentemente, a contatto con la pelle, almeno otto ore al giorno per un periodo minimo che va dal mese ai due mesi.
SCETTICI I MEDICI
Ma molti medici non nascondono il loro scetticismo: «È vero che gli infrarossi stimolano la vasodilatazione e dunque la circolazione e il collagene, ma dipende dalla loro concentrazione. Se fosse così semplice allora anche prendere il sole dovrebbe avere un effetto anticellulite», commenta la dermatologa dell’Università di Milano Rossana Schianchi. E aggiunge che, a livello dermatologico estetico, i raggi infrarossi non vengono utilizzati per combattere o eliminare la pelle a buccia d'arancia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso