A MALI ESTREMI... 25 Giugno Giu 2012 1420 25 giugno 2012

Lisce (per sempre) alla meta

La depilazione definitiva adesso si può fare in casa. Basta dotarsi dell'apparecchio giusto.

  • ...
depilazione definitiva

Non è mai troppo tardi per affrontare i problemi alla radice. Ed estirparli. Soprattutto in caso di peli.
Ogni donna ha la sua storia in fatto di depilazione che comincia con rasoio e creme depilatorie e prosegue con ceretta ed epilatore domestico.
L’alternativa fino ad oggi? L’epilazione definitiva con laser o luce pulsata praticata nei centri medico-estetici. Da adesso, però, l’epilazione definitiva a luce pulsata diventa anche fai-da-te, grazie ad apparecchi altamente tecnologici che promettono la riduzione visibile dei peli di braccia, gambe e, in alcuni casi, anche del viso, nell’arco di alcuni mesi.
IL POTERE DEL FLASH

La luce pulsata promette gambe lisce per sempre.

Getty Images/iStockphoto

Le aziende produttrici assicurano si tratti di macchine affidabili e sicure che generano dei flash luminosi in serie capaci di indebolire le cellule responsabili della crescita del pelo fino a renderle incapaci di generare il pelo.
Dopo il primo ciclo bisogna continuare per un po’ di tempo: di volta in volta i peli ricresceranno più radi e deboli perché il bulbo è devitalizzato, fino alla scomparsa definitiva che avviene in circa un anno.
COME SI USA

Le nuove tecnologie mandano in pensione il caro e vecchio rasoio.

Getty Images/Image Source - (c) Image Source

L’importante è stabilire i parametri giusti per colpire con efficacia il bersaglio: bisogna impostare l’apparecchio sull’impulso luminoso che corrisponde al proprio fototipo (colore della carnagione) e al colore del pelo (se si hanno dubbi sulle tonalità, meglio mantenere la potenza al livello più basso per evitare macchie sulle pelle).
L’operazione è facilissima perché questi apparecchi sono dotati di un software in grado di programmare il trattamento, seguendo le poche indicazioni fornite schiacciando qualche pulsante. La gestualità è simile a quella utilizzata con l’epilatore: si passa il manipolo sulle zone da trattare, non si avverte nessun fastidio e al termine la pelle è perfetta, senza rossori o irritazioni. Prima di cominciare il trattamento bisogna preparare la pelle con una ceretta e aspettare circa due settimane: quando il pelo è ricresciuto di due/tre millimetri, si può procedere con la luce pulsata. È bene precisare, però, che in qualunque momento potrebbero spuntare altri peli, diversi da quelli trattati, generati da bulbi ‘silenti’ che improvvisamente si attivano.
QUALE APPARECCHIO SCEGLIERE
I nuovi nati si assomigliano per la performance ma hanno caratteristiche individuali e prezzi differenti. Alcuni hanno lunga vita e non necessitano di cartucce di ricambio, altri sono particolarmente delicati per i baffetti. La gallery di LetteraDonna.it vi guiderà nella scelta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso