14 Aprile Apr 2017 1702 14 aprile 2017

«Pornostar o cassiera, cosa cambia?»

Dalla politica all'Isola dei Famosi. In mezzo la sua professione nel mondo dell'hard, che racconta con assoluta naturalezza: «Che noia i tabù, il mio è un lavoro come un altro». Intervista a Malena.

  • ...
malena

«È stata un’esperienza unica, emozionante. Ti insegna ad apprezzare le piccole cose e capire quali sono le vere mancanze e gli affetti importanti». A parlare è Malena, all’anagrafe Filomena Mastromarino, quinta finalista de L'Isola dei Famosi 2017 che si è conclusa con la vittoria schiacciante di Raz Degan, superfavorito dei social e del pubblico. Lanciata da Rocco Siffredi, con un passato in politica, la 34enne originaria di Gioia del Colle in provincia di Bari, nota al pubblico con l'appellativo «Malena la pugliese» ci tiene a sfatare alcuni tabù. «Il porno in Italia non viene accettato, né visto come una professione. Invece è un lavoro a tutti gli effetti: ti svegli la mattina e ti prepari sia fisicamente che mentalmente. Non è un divertimento. Chi sta dietro le quinte, come attrice, tecnico o come regista, lavora veramente. Questo è il vero tabù. Siamo pieni di pregiudizi ma poi tutti vedono i film porno e li comprano. È un’industria che va benissimo». E i suoi film hanno già raggiunto il record di visualizzazioni.

DOMANDA: È contenta di come è andata la sua Isola?
RISPOSTA: Sì, è andata benissimo, soprattutto se penso che dal primo momento ho pensato di non farcela fisicamente e per le condizione disagiate. Non credevo di arrivare tra i finalisti, visto che il grande pubblico mi conosceva poco, mentre gli altri naufraghi erano personaggi noti dello spettacolo. Mi sentivo la meno forte.
D: È felice della vittoria di Raz Degan?
R: Tifavo per Simone Susinna, ha fatto una bella Isola indipendentemente da come sono andate le cose tra di noi. Si è sempre dato da fare per tutti, ha dimostrato di essere molto più maturo della sua età e lo dico non solo perché l’ho conosciuto più intimamente degli altri.
D: Con quale dei naufraghi è nato un bel rapporto?
R: Il rapporto unico e vero è quello con Nancy. La sua amicizia è stato il regalo più bello dell’Isola. C’eravamo l’una per l’altra, ci siamo sostenute dall’inizio. Stasera la rivedrò perché mi ha invitata alla sua festa e ci teneva che ci fossi. Raz è il naufrago con cui ho meno legato, non riuscivo a parlargli ed avere un legame con lui. Abita a 40 chilometri da casa mia, magari lo vado a trovare nel suo trullino. Sono convinta che fuori dall’Isola sia una persona totalmente diversa.
D: Chi invece pensa che non rivedrà mai?
R: Giulio Base è quello che, personalmente, mi ha più deluso più di tutti. Non mi è piaciuto come si è comportato con me, criticando il mio avvicinamento a Simone.
D: Si è parlato di un incontro bollente tra lei e Moreno sull'Isola. C'è stato?
R: Assolutamente no. Con Moreno siamo diventati amici e ci siamo avvicinati fin da subito, ci siamo conosciuti, ma non c’è mai stato nulla di più, non è il mio tipo. Fisicamente preferisco Simone: lui mi prendeva tantissimo.
D: Ha iniziato con la politica ed è passata al set porno. Perché questa scelta? Per soldi o per passione?
R: Mi sono data al porno per passione. Mi sentivo naturalmente portata verso questo mestiere perché sono sempre stata una ragazza dalla sessualità aperta, disinibita. A un certo punto ho capito che in realtà mi piaceva mostrarmi agli altri, e vedermi attraverso i loro occhi. Con il porno potevo regalare delle emozioni attraverso il mio corpo, dare un’immagine che provoca piacere negli altri. Visto che naturalmente vivo il sesso in maniera libera, ho pensato: «Perchè non provarci?». Ho mandato una mail al migliore, Rocco Siffredi, e mi sono trovata subito a mio agio. E chi ha visto i miei film lo può notare, sinceramente.
D: È vero che voleva diventare biologa? Cosa l'ha fermata?
R: Mi mancavano un paio di esami per laurearmi ma ho dovuto interrompere gli studi e abbandonare il mio sogno di diventare biologa perché mio padre ha avuto dei problemi economici e se ne è dovuto andare via. Mi sono rimboccata le maniche e mi sono messa a lavorare. Da un giorno all’altro la mia vita si è trasformata completamente. Poi ho aperto la mia agenzia immobiliare, partendo da zero, con tanto cuore e passione. Ora la seguo da dietro le quinte.

D: In un video pubblicato dal profilo di Siffredi lei invitava tutte le ragazze a mostrare il proprio lato da lei definito «birichino» sul set. Non basta esprimerlo nell'intimità?
R: Non credo che ci sia nulla di strano nel mostrarsi, perché non faccio male a nessuno. In realtà, se un gesto del genere lo avesse fatto un uomo ci sarebbero stati applausi e sarebbe stato considerato un idolo, un eroe. Mentre se lo fa una donna i commenti sono ben altri. Io non sono una farmacista né una cassiera, ma sono una porno attrice, questo è il mio lavoro.
D: Lei è verace, diretta e spudorata. C'è qualcosa che la mette in imbarazzo?
R: Direi nulla, sono una persona che riesce a uscire subito e sempre da situazioni e difficoltà. Questo me lo ha insegnato il mio lavoro stando sempre a contatto con il pubblico. Ho sempre la risposta pronta. Ogni situazione la vivo e affronto sul momento. Anche quando sono sul set non vado in ansia, l’affronto e basta. Non riesco a provare imbarazzo.
D: Tornando alla politica, da ex piddina cosa pensa di Matteo Renzi? Chi voterà alle primarie del partito?
R: Purtroppo sono tre mesi che non leggo un giornale. Ero totalmente fuori dal mondo, non so cosa sia successo e darei un parere distorto. Non so nulla delle primarie.
D: Matteo Renzi, Andrea Orlando, Michele Emiliano. Quale dei tre è più sexy?
R: Emiliano, devo assolutamente tifare per la mia Puglia. Voto il fascino del pugliese e dell’uomo del Sud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso