7 Febbraio Feb 2017 1615 07 febbraio 2017

Stravaganze da Festival

Non solo musica a Sanremo. Tra llook improbabili, travestimenti patriottici, caricature e storpiature, LetteraDonna ha raccolto per voi gli 'strafalcioni di stile' più memorabili visti sul palco dell'Ariston negli ultimi anni.

  • ...
San Remo - Festival della Canzione Italiana Day 5

Il Festival di Sanremo è l’evento mediatico più atteso dell’anno, almeno per gli appassionati di musica e tivù. Ma anche gli amanti della moda lo guardano con attenzione, spesso solo per commentare senza pietà i look di vallette e cantanti. D'altra parte, Sanremo è anche uno spettacolo e come tale ha bisogno di eccessi e outfit bizzarri, tra travestimenti patriottici, caricature e storpiature. LetteraDonna ha raccolto per voi gli strafalcioni di stile degli ultimi anni del Festival.

Luciana Littizzetto a Sanremo 2013 e a Sanremo 2014 con Fabio Fazio.

I TRAVESTIMENTI DI LUCIANA
Luciana Littizzetto, che ha condotto Sanremo assieme a Fabio Fazio nel 2013 e nel 2014, ha regalato delle immagini 'memorabili' con travestimenti davvero bizzarri. Per parodiare la celebre farfallina che Belen Rodriguez fece intravedere sulle scale dell’Ariston, Lucianina scelse, appunto, un costume da farfalla con tanto di ali in tulle. Vestì anche i panni di Caterina Caselli, della Carrà e indossò gli abiti delle ballerine del Moulin Rouge di Parigi.

A sinistra Michelle Hunziker a Sanremo 2007 e a destra Antonella Clerici a Sanremo 2010.

CONDUTTRICI ECLETTICHE
A proposito di travestimenti di scena, non hanno scherzato neanche Michelle Hunziker e Antonella Clerici. La conduttrice svizzera, nel 2007 al fianco di Pippo Baudo, si presentò sul palco con un improbabile intimo in raso e parrucca corta, mentre la Clerici omaggiò i 150 della Repubblica italiana con un vistoso abito da cancan in pizzo tricolore.

Loredana Bertè e Ivana Spagna a Sanremo 2008.

URAGANO BERTÉ
Anche tra le cantanti in gara le stramberie non sono mancate. Nel 2008 Loredana Berté, in gara con il brano Musica e Parole, non solo fu esclusa con l'accusa di plagio, ma fece anche parlare di sé per gli abiti dall'improbabile gusto dark. Si diceva che per realizzarli avesse addirittura utilizzato i cuscini dell'hotel in cui dormiva. Per la serata dei duetti scelse l’amica Ivana Spagna, che entrò in scena vestita da lolita punk. Insomma, Dio le fa e poi le accoppia.

Due look di Anna Oxa a Sanremo 2011.

CAMALEONTICA OXA
Tra le cantanti dall'indole e dai gusti stravaganti c’è anche la camaleontica Anna Oxa, che a ogni Sanremo al quale ha partecipato ha cambiato look, quello punk del 1978 agli abiti maschili degli Anni '80, fino al tanga in vista e la pelle cosparsa d’olio della fine dei '90. Nel 2011 scelse invece degli outfit in maglina sui toni dell’azzurro, che sembravano presi in prestito da un corso di pilates.

A sinistra Elio e le Storie Tese e a destra Biggio e Mandelli.

UOMINI ESIBIZIONISTI
Gli uomini non sono stati da meno e gli spettatori più attenti ricorderanno sicuramente i travestimenti da musicisti oversize di Elio e le Storie Tese, che in passato si camuffarono anche da Kiss e da personaggi del Settecento. Nel 2015 sul palco dell'Ariston salì invece il collaudato duo formato da Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, proponendo una serie di look molto bizzarri. Insomma, davvero tanti gli scivoloni (più o meno voluti) di stile di cantanti e ospiti degli ultimi anni del Festival. Nella gallery, i più interessanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso