21 Gennaio Gen 2017 1000 21 gennaio 2017

La bellezza è sempre più green

Naturale, eco, bio. E adesso anche vegan. È l’ultima frontiera della cosmetica che prontamente si adegua ai nuovi stili di vita. Tutti i vantaggi ( e i prodotti) per un consumo consapevole.

  • ...
donna

Da molti anni ormai i principi attivi di origine vegetale sono i componenti principali dei cosmetici. Ma se all’inizio ci si preoccupava poco della loro provenienza, in seguito è diventata una priorità usare solo estratti, oli ed essenze provenienti da agricoltura biologica. Oggi, per molte donne questo non è più sufficiente: esigono anche prodotti non testati su animali ed ecosostenibili. Nasce così la cosmetica vegan (nella gallery trovate una selezione di creme e sieri certificati).
Pur non esistendo attualmente una legge a livello europeo che stabilisce le caratteristiche di un cosmetico vegan, comunemente viene definito tale un prodotto totalmente privo di sostanze di derivazione animale, (comprese cere d’api, miele e lanolina), in cui sono presenti solo principi attivi ottenuti da coltivazioni organiche, ovvero dotate di attestati che escludono l’uso di pesticidi o fertilizzanti chimici. Naturalmente, le formule, sempre cruelty free, devono rispettare al massimo l’ambiente, come pure il packaging, che deve essere riciclabile. Queste sono anche le linee guida seguite da alcune organizzazioni private che, dopo un attento esame del prodotto, stabiliscono se può fregiarsi del titolo di vegano.

UN CONSUMO CONSAPEVOLE
In ogni caso, prima di acquistare qualsiasi cosmetico, soprattutto vegan, è bene controllare il suo inci (l’elenco degli ingredienti che contiene, riportato sulla confezione). A questo scopo può essere sicuramente di grande aiuto il Biodizionario, una guida al consumo consapevole dei cosmetici, dove accanto a ogni principio attivo ed eccipiente ci sono uno o più piccoli semafori che, in base al numero e al colore (verde, giallo e rosso), ne segnalano la totale innocuità o, al contrario, l’eventuale pericolosità.

TRE MOTIVI PER SCEGLIERLI GREEN
Per chi è vegana la scelta è obbligata, ma chi non lo è perché dovrebbe preferire, o almeno sperimentare, un cosmetico di questo tipo? I motivi sono almeno tre: in genere, rispetto alle creme e ai sieri tradizionali, vantano un percentuale maggiore di principi attivi e contengono meno eccipienti, raramente provocano reazioni allergiche e, quel che più conta, non fanno bene solo alla pelle, ma anche al pianeta.

I VEG ADDICT DI HOLLYWOOD
Per questo le linee cosmetiche vegan sono molto apprezzate da alcune star americane, animaliste convinte come Pamela Anderson, la prorompente bagnina di Bay Watch, che è stata testimonial di varie iniziative legate a questo settore; la modella Anja Rubik, invece, ha dichiarato di avere una particolare predilezione per la Rose Creme, certificata vegan, del Dr. Hauschka. Un’altra veg addict è l’attrice Alicia Silverstone che, non soddisfatta dei cosmetici naturali in circolazione, ha pensato bene di creare una linea tutta sua, ovviamente ultragreen, che sta riscuotendo un notevole successo in tutti gli Stati Uniti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso