16 Gennaio Gen 2017 0849 16 gennaio 2017

Sorridi, è il giorno più triste

Blue monday, il momento più mesto dell'anno. Ecco come è stata stabilita la data.

  • ...
sorridi

Se avete l'impressione che il nuovo anno sia cominciato sotto una cattiva stella, non preoccupatevi. Basta trovare la forza di superare il famigerato blue monday, che cade ogni anno il terzo lunedì di gennaio ed è considerato come il giorno più triste dell'anno. Superstizione? Non proprio. La data è stata individuata da Cliff Arnal, psicologo inglese che ha preso in considerazione diversi fattori per arrivare al triste, è il caso di dirlo, verdetto.

LA FORMULA DELLA TRISTEZZA
Con le feste natalizie ormai alle spalle, il clima freddo, le giornate buie e la vita lavorativa ricominciata a pieno ritmo, è facile comprendere come il blue monday possa essersi meritato tale fama. Il tasso di tristezza, poi, è stato descritto tramite una formula matematica che prende in considerazione tutti questi fattori.

A GIUGNO SALTI DI GIOIA
Va detto che il procedimento adoperato da Arnal per arrivare a stabilire la formula non è chiaro, e che quindi parlare di 'scienza' è, per certi versi, eccessivo. Il Guardian sostiene che il Blue Monday sia una bufala senza nessun valore scientifico - la formula sarebbe stata inventata per una campagna pubblicitaria di Sky Travel nel 2005 - e che l'equazione in questione non abbia alcun valore matematico.

ESTATE, CHE GIOIA
L'idea del giorno più triste dell'anno, comunque, ha attecchito piuttosto bene negli ultimi dieci anni. E mentre tutti si affannano per trascorrere alla meno peggio il blue monday, il pensiero vola già al solstizio d'estate, che è invece considerato come il giorno più felice dell'anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso