9 Dicembre Dic 2016 1951 09 dicembre 2016

Agnese, ma come ti vesti (bene)?

Mrs. Renzi nell'occhio del ciclone per lo smanicato da più di 700 euro indossato durante il discorso del marito dopo la vittoria del No al referendum. Una polemica sterile. Ecco perchè.

  • ...
agnese-renzi-maglione-600x450

È il 9 dicembre. Rientro al lavoro dopo due giorni di pausa durante i quali ho tentato di tenermi il più lontano possibile da e-mail, news e polemiche da social network. Dopo un primo sguardo alle home page delle varie testate italiane mi accorgo che tra i temi del giorno c'è il maglione che Agnese Renzi ha indossato durante il discorso d'addio del marito nella notte tra il 4 e il 5 dicembre in seguito al risultato del referendum. «No, ma stiamo scherzando?», penso e lascio cadere il tutto nel niente. Poi mi incuriosisco e vado a leggere i commenti su Twitter. Cose tipo: «Alla faccia della crisi, Agnese Renzi indossa un maglione firmato da 950 euro! Meno male che bisogna fare i sacrifici!».  Non ce la posso fare. Così trovo il coraggio e mi metto a scrivere. Giusto per capirci, il popolo dei leoni da tastiera, con qualche ora di ritardo, non ha gradito il pullover sfoggiato dall'ex first lady italiana mentre nell'angolino assisteva all'uscita di scena (momentanea?) di Renzi. Il motivo? Il prezzo del maglione. Qualcuno, come abbiamo visto, dice 950 euro. Altri abbassano il tiro e si accontentano di 700 euro. Uno schiaffo alla povertà dilagante nel Paese. «È dello stilista Ermanno Scervino, come fa a permetterselo con lo stipendio da insegnante eh?», ci si scandalizza sul Web. Partiamo dal presupposto che non si tratta di un maglione, ma di uno smanicato bianco di lana con perle a sottolineare i disegni sul davanti. E che il prezzo giusto pare essere tra i 730 e i 750 euro. Poco importa. Mrs. Renzi come Maria Antonietta.


POLEMICA STERILE
Adesso, come mi fanno notare alcuni, posso capire che la gente sia stanca di un certo tipo di politica, che Renzi ha fatto tante promesse che poi non ha mantenuto e bla bla bla. Ma davvero vogliamo trasformare Agnese in un mostro? Perchè poi ora? E le altre volte? Non mi pare che nelle occasioni ufficiali durante questi tanto decantati mille giorni abbia mai sfoggiato outifit firmati dallo spaccio cinese sotto casa. Che poi si sa: spesso gli stilisti regalano i loro capi a personaggi famosi che li indossano. Questione di marketing. Non so se questo sia il caso e nemmeno voglio saperlo sinceramente (ricordiamo che Agnese spesso indossa Scervino). D'altronde non mi viene in mente un premier della storia italiana (ma anche mondiale) che pianga miseria. Ce li aveva 730 euro da spendere e li ha spesi. Le piaceva lo smanicato e l'ha comprato. Difficilmente se il marito non fosse stato il presidente del Consiglio avrebbe potuto permetterselo con il suo stipendio da insegnante. E allora? Non è la prima moglie che si compra abiti e gioielli con i soldi del marito. Come ci sono mariti che fanno grandi spese con la carta di credito della moglie e figli che passano le giornate a fare shopping con il contante di mamma e papà. Non vedo tutto questo scandalo. Voglio pensare che alcuni utenti di Twitter fossero semplicemente annoiati e, in cerca di qualcosa di cui discutere, abbiano scelto lei come bersaglio. Giusto per passare il tempo fingendosi indignati.


C'È ANCHE CHI NON NE FA UN DRAMMA
Decisamente più sfiziosi da leggere i commenti di alcuni che hanno cavalcato la polemica con ironia. «Il maglione di Agnese Renzi stile casalinga di montagna è uno Scervino». Pullover che secondo un altro è «inguardabile». Ma a vincere tutto è lui: «Nemmeno il maglione si è cambiata. Poraccia», scrive un twittarolo segnalando che l'ex first lady l'aveva indossato anche la mattina del referendum andando a votare. Quella mattina, fa notare un'altra, c'erano 18 gradi: «E nessuno ha detto ad Agnese 'ma ndo vai col maglione di lana collo alto?'».


QUELLI CHE S'INDIGNANO PER GLI INDIGNATI
Infine c'è chi, come me, ci tiene a difendere la Maria Antonietta 2.0. «Siete solo invidiosi, è una bella donna, composta e mai volgare. Criticate i suoi vestiti e poi camminate con 700€ di Iphone!». Quanto è vero! «Io sono stata deliziata dalla vista di #AgneseRenzi elegante e discreta, la bagarre per il maglioncino firmato è da miserabili», attacca un'altra. E così via fino al definitivo: «Dopo la polemica sul #maglione di #Agnese #Renzi, non ci sono più dubbi. Questa epoca verrà ribattezzata "Tristoevo"». Amen. Tweet riguardo agnese renzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso