14 Ottobre Ott 2016 1309 14 ottobre 2016

La ragazza dello spazio ne fa 35

Lamù, l'aliena ingenuamente sexy protagonista dell'anime che porta il suo nome, fa il compleanno. Il 14 ottobre 1981 esordiva sul piccolo schermo. Ecco sette curiosità su di lei.

  • ...
lamu_rds

Con quel suo succinto bikini tigrato e i suoi fluenti capelli acquamarina ha fatto sognare almeno una generazione e mezza di ragazzini in tutto il mondo. Lamù, l'aliena ingenuamente sexy protagonista dell'anime che, almeno in Italia, porta il suo nome, compie 35 anni. Tanto è passato dal 14 ottobre 1981, giorno in cui andò per la prima volta in onda sugli schermi televisivi del Giappone. Anche se Lamù, in verità. esisteva già da un po', perché aveva esordito nel 1978 sul manga Urusei Yatsura. Ma se è diventata un fenomeno di culto anche in Italia, lo si deve principalmente ai quasi 200 episodi televisivi. Consideriamo questa, dunque, come data di compleanno. E la festeggiamo con sette curiosità.

LA 'MAMMA' DI LAMÙ
L'aliena è nata dalla fantasia di Rumiko Takahashi, autrice che è una vera e propria leggenda nel mondo dei manga. Nata nel 1957, ha esordito proprio con Lamù conquistando un successo immenso, proseguito poi con opere altrettanto note come Ranma 1/2 e Inuyasha.

IN CARNE E OSSA
Lamù è il nome italiano dell'aliena, che in giapponese in realtà si chiama Lum. Nome dato tutt'altro che a caso, e che svela invece la fonte di ispirazione di Takahashi. Si tratta della idol Agnes Lum, modella statunitense di origini hawaiiane e cinesi specializzata nel posare in costumi da bagno.

LA TRAMA
La storia racconta di un adolescente giapponese, Ataru Moroboshi, che viene scelto da un gruppo di alieni invasori per salvare l'umanità, a patto di vincere una sfida: riuscire a toccare i cornini di Lamù. Ataru riesce nell'intento strappandole il reggiseno e usandolo come esca per farla avvicinare. Lamù rimarrà sulla Terra, e da quel momento in poi darà vita a innumerevoli vicende sentimentali di stampo comico.

SALVATA DAL PUBBLICO
Nelle intenzioni di Takahashi, Lamù non doveva avere un ruolo così importante nella serie, tanto che nel secondo capitolo nemmeno appare. Ma i lettori, che avevano già imparato ad apprezzarla nel primo numero, ne chiesero il ritorno a gran voce. E vennero accontentati nel giro di poche decine di pagine.

LASCIATI IN SOSPESO
I fan italiani che seguivano le avventure di Lamù durante la prima messa in onda hanno dovuto attendere a lungo prima di poter recuperare il finale della serie. All'epoca, infatti, andarono in onda solo 129 episodi sui 195 totali.

CHIOMA CANGIANTE
Siamo abituati a vedere Lamù con i capelli in un colore tra il blu e il verde. In realtà, dovrebbero avere un colore cangiante simile a quello dei riflessi di un cd, ma per esigenze televisive si prferì una più sobria (ed economica) tinta unita.

TUTTA D'UN PEZZO
In Giappone i manga sono una cosa seria. Lamù ha avuto un successo così grande da essersi meritata una statua in bronzo eretta nel quartiere di Nerima, dove hanno sede diversi studi di animazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso