26 Settembre Set 2016 1033 26 settembre 2016

Quelle che amano Dylan Dog

Il 26 settembre 2016 l'indagatore dell'incubo compie 30 anni. Tanti i personaggi femminili che l'hanno affiancato nelle sue avventure. Ma cinque, più di tutte, sono rimaste nel cuore dei lettori. Scopriamole.

  • ...
dylan-dog (2)

Trent'anni passati a dare la caccia agli incubi e ai mostri, salvo poi scoprire, si sa, che «i mostri siamo noi». Ma anche trent'anni di amori: sono decine, centinaia le donne che, di mese in mese, hanno trovato un posto speciale nel cuore di Dylan Dog. Il personaggio nato dalla penna di Tiziano Sclavi (che è uno dei più grandi autori italiani del '900, anche se nessuno lo dice) il 26 settembre 2016 festeggia tre decenni di vita editoriale. Per celebrare il compleanno dell'indagatore dell'incubo, la Sergio Bonelli Editore ha deciso di fare le cose in grande organizzando un Dylan Dog Horror Day per le strade di Milano. Si comincia alle 16 in Piazza del Liberty, da dove si snoderà la zombie walk. Si prosegue, alle 18 e alle 21, al The Space Cinema Odeon: per l'occasione, sul grande schermo torna La notte dei morti viventi di George Romero. Ulteriori dettagli potete trovarli sulla pagina ufficiale dell'evento.

COMPLESSO DI DYLAN
Come abbiamo detto, nell'arco di trent'anni Dylan Dog è stato quasi sempre affiancato, oltre che dal fedele assistente Groucho, da una figura femminile di mese in mese diversa. Sarebbe facile etichettarlo come un donnaiolo impenitente (e qualche autore si è anche azzardato ad avanzargli qualche critica, in questo senso), ma la tradizione vuole che il detective con le fattezze di Rupert Everett non faccia altro che cercare, in ogni donna, il volto dimenticato di sua madre Morgana. Un complesso di Edipo mai risolto (non a caso la sua nemesi, Xabaras, è in realtà suo padre), ma che da un paio d'anni a questa parte gli autori guidati dal nuovo curatore della serie Roberto Recchioni stanno tentando di esplorare in maniera più approfondita e problematica. L'obiettivo è chiaro: evitare personaggi aridi e monodimensionali il cui unico scopo è finire a letto con il protagonista, senza stimolare alcuna occasione di crescita narrativa. Ma se il presente e il futuro di Dylan Dog e dei suoi amori sono ancora tutti da scrivere (e da leggere), il passato ci ha regalato personaggi femminili memorabili che sono rimasti nel cuore dei lettori. Scopriamoli (attenti agli spoiler).

MORGANA
È la madre di Dylan Dog, ma ci vogliono 100 numeri prima di scoprirlo. Apparsa per la prima volta nell'albo numero 25, che porta il suo nome, è diventata col tempo una sorta di chimera, un personaggio mitico che si rivela solitamente in storie dove passato e presente, sogno e incubo, illusione e realtà si confondono.

LILLIE CONNOLLY
Rossa, irlandese, terrorista dell'Ira. La protagonista dell'albo 121, Finché morte non vi separi, è uno dei personaggi fondamentali nella biografia di Dylan Dog. I due si conoscono quando lui è ancora un anonimo agente di Scotland Yard. Tra i due nasce l'amore, e quando lei viene scoperta e condannata a morte, Dylan decide di sposarla. Se il matrimonio sia avvenuto o meno, però, non è certo. Probabilmente è stato solo un sogno di Dylan (o un dolce incubo).

MARINA KIMBALL
Anche Dylan Dog è stato adolescente. E Marina è stato il grande amore di quegli anni. Una cotta estiva che avrebbe potuto trasformarsi in qualcosa di più, e che entrambi hanno rimpianto per decenni. Quando, anni dopo, Marina andrà a trovarlo per rivivere le memorie di quell'estate (succede nel numero 74, Il lungo addio), Dylan scoprirà che la donna, in realtà, è morta.

BREE DANIELS
Che impatto poteva avere sul pubblico un personaggio dei fumetti che si innamorava di una prostituta? Un grande impatto. Se Memorie dall'invisibile è il miglior albo di Dylan Dog di sempre, lo si deve anche al personaggio tragico di Bree Daniels. Una donna forte, indipendente, incapace di rinunciare alla propria vita e accettare l'offerta di matrimonio di Dylan. Bree torna nel numero 88, Oltre la morte, dove morirà a causa dell'Aids.

MATER MORBI
Chiudiamo questa breve carrellata con il personaggio protagonista dell'albo che celebra il trentennale, Mater Dolorosa, scritto da Roberto Recchioni e in edicola dal 29 settembre. Apparsa per la prima volta nell'albo 280, Mater Morbi incarna la malattia, e riduce Dylan Dog in fin di vita. L'indagatore dell'incubo, nonostante l'iniziale avversione, imparerà a coglierne gli aspetti umani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso