23 Settembre Set 2016 1229 23 settembre 2016

La gelosia più la scacci e più l'avrai

Paura, insicurezza, mancanza di fiducia possono, nel tempo, avvelenare le relazioni. Come fare per domare pensieri e sospetti irrazionali? Ecco i consigli di Tracey Cox.

  • ...
gelosia coppia

«Colui che è geloso non è mai geloso di ciò che vede; ciò che immagina è sufficiente», diceva il drammaturgo spagnolo Jacinto Benavente. E, probabilmente, non aveva tutti i torti. Ma chi non lo è? A piccole dosi, la gelosia è piacevole, ti fa sentire persino un po' più sicuro. È il troppo che storpia. Anche perché, l'essere gelosi non impedisce al partner di essere infedele, anzi. Probabilmente lo fa sentire più 'in diritto' di tradire. «Un'eccessiva e irrazionale gelosia è distruttiva per se stessi e per il rapporto», ha scritto Tracey Cox (saggista specializzata in tematiche relative al sesso e alle relazioni) per il MailOnline, stilando dei consigli su 'come non essere gelosi'.

PERCHÉ SI È GELOSI?
Sono la paura di perdere la persona amata, la mancanza di fiducia negli altri (e anche in se stessi), l'insicurezza e, forse più di tutto, le brutte esperienze passate a sfociare in gelosia che, quando troppo morbosa, può tramutarsi in possessività. È vero, gelosia e amore sono due facce della stessa medaglia, vanno a braccetto. Ma, allo stesso tempo, sono due sentimenti che, se esasperati, portano a un punto di non ritorno. Accusare il compagno di avere un interesse o un legame con un'altra persona, controllare i suoi spostamenti, pensar male, vietare determinate cose o imporne altre, nulla di tutto ciò giova a una relazione. Qualcuno, alla domanda «Come siete riusciti a stare insieme per tanti anni?», ha risposto: «Siamo nati in un'epoca in cui le cose rotte non si buttavano ma si aggiustavano». Forse, è questo il problema principale? Forse è 'colpa' dell'evoluzione del mondo e dei mezzi di comunicazione che rendono superficiali e banali ogni tipo di rapporto reale e idolatrano quelli virtuali perché, ovviamente, più semplici da gestire?

PLACARE I 'SINTOMI'
Una cosa è certa: sconfiggere definitivamente la gelosia non è per nulla facile, ma si può tentare di placare i 'sintomi'. Nel suo articolo per il MailOnline, Tracey Cox ha offerto ai lettori alcuni consigli su come affrontare questo complicato 'sentimento' che, spesso, avvelena i rapporti. Eccoli.

VIVERE UNA VITA OLTRE A QUELLA CON IL PARTNERÈ importante e utile impegnarsi in altro. Rende più fiduciosi in se stessi e meno ossessionati dal partner.

FARE COSE CHE FANNO SENTIRE BENE
Avere più fiducia e stima in se stessi è alla base di ogni tipo di rapporto (non solo di coppia). Ciò, se unito a un buono stato salutare, è un 'protettore' dalla gelosia.

ANALIZZARE OGNI SOSPETTO USANDO LA LOGICAAppuntarsi per iscritto ogni motivo di gelosia e provare a capire i perché, con molteplici spiegazioni.

PARLARE E CONFRONTARSI CON IL PARTNERProvare a dare una motivazione 'razionale' alla gelosia senza incolpare l'altro e chiedergli aiuto per risolvere insieme il problema.

NON SPIARE
Serve solamente a creare tensioni e ulteriori problemi. Perché la gelosia mostra il mondo in modo distorto e fa vedere cose (o persone) che, magari, non ci sono per davvero. Ogni piccolo gesto può essere interpretato male. Fa vedere tutto come un potenziale pericolo.

RESTARE CONNESSI CON LA REALTÀEvitare di andare oltre con l'immaginazione perché ci sarà sempre un'altra persona più bella, intelligente e attraente del partner ma ciò non significa tradimento assicurato.

NON GENERALIZZARE
Non fare paragoni con persone né situazioni passate né rivangare quello che è stato. Non tutte le persone sono uguali, tanto meno il contesto.

USARE I SOCIAL CON PARSIMONIA E GIUDIZIOSono i peggior nemici delle persone gelose. Alimentano le insicurezze, i dubbi e le paure.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso