6 Settembre Set 2016 1313 06 settembre 2016

Sì al divano, no alla lavatrice

Mentre gli uomini norvegesi sono i casalinghi per eccezione, i maschi italiani sono ancora allergici ai lavori domestici: non più di 38 minuti al giorno. Lo rivela uno studio dell'università di Oxford.

  • ...
Uomini casalinghi

«In cinquanta anni c'è stato un avvicinamento mondiale tra uomini e donne nelle faccende domestiche, ma con significative differenze di ritmo e livello tra i paesi esaminati». È questa la conclusione a cui sono giunte Evrim Altintas e Oriel Sullivan, ricercatrici del Dipartimento di Sociologia dell'università di Oxford. Le due, attraverso indagini svolte in 19 Paesi e applicando intercettazioni casuali, hanno constatato un effettivo cambiamento in ambito domestico tra il sesso femminile e maschile  in mezzo secolo (1961-2011). Gli uomini italiani sono ultimi in classifica: i più scansafatiche del mondo.

«RIORDINARE CASA, CUCINARE E FARE IL BUCATO»
Lo studioFifty years of change updated: Cross-national gender convergence in housework ('Cinquanta anni di cambiamenti aggiornati: l'avvicinamento mondiale tra uomini e donne nei lavori domestici') è stato pubblicato sul Demographic Research, rivista scientifica tedesca, il 24 agosto 2016. L'obiettivo è mettere in evidenza i cambiamenti mondiali delle 'tendenze' casalinghe tra uomini e donne. I lavori presi in esame sono quelli di cui si occupando tendenzialmente le donne: riordinare casa, cucinare e fare il bucato.

GLI ITALIANI 'DURANO' LA METÀ DEI NORVEGESI
I grafici del time.com parlano chiaro: mentre gli scandinavi della Norvegia dedicano 72 minuti al giorno alla 'cura' della casa, gli uomini del Belpaese non superano i 38 (battuti solo dagli israeliani con poco più di 20 minuti giornalieri). Nulla di male se non ci fosse un'enorme disparità tra italiani e italiane, 'regine' del focolaio domestico con 220 minuti al giorno dedicati solo ai lavori di casa presi in esame. La 'parità domestica' è propria solo dei danesi, seguiti da canadesi e americani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso