8 Agosto Ago 2016 1200 08 agosto 2016

Medagliati e 'coppettati'

I lividi circolari sfoggiati da Michael Phelps alle Olimpiadi hanno destato molto interesse. Sono i segni lasciati dal cupping, pratica della medicina cinese in voga tra sportivi e vip. Ecco che cos'è.

  • ...
Swimming - Olympics: Day 2

La medaglia d'oro vinta nella staffetta 4x100 ai giochi olimpici di Rio 2016 non era l'unica cosa rotonda che il pubblico ha notato sul corpo di Michael Phelps. Perché sulla pelle del nuotatore da record c'erano anche dei lividi di perfetta forma circolare, particolarmente visibili sulla spalla destra. Se vi state chiedendo di che cosa si tratti, ve lo spieghiamo noi: sono le tracce lasciate dal cupping, in italiano coppettazione, una pratica terapeutica della medicina cinese che impazza tra gli atleti americani. Il motivo? Pare che aiuti la circolazione sanguigna, migliorando così le performance degli sportivi.

I DUBBI DELLA SCIENZA
Il cupping, come suggerisce il nome, si pratica applicando delle coppette circolari alla pelle e creando una specie di sottovuoto: un po' quello che succede con un succhiotto, per intenderci. Il ginnasta Usa Alex Naddour ne ha lodato gli effetti nel combattere il dolore, ma la medicina ufficiale non ha riconosciuto alcuna efficacia terapeutica alla pratica. Anzi, se effettuata da mani poco esperte potrebbe anche rivelarsi dolorosa.

COME SI FA
La coppettazione non viene svolta in maniera univoca. Il metodo tradizionale prevede l'accensione di un fiammifero all'interno della coppetta per un periodo di pochi decimi di secondo, il tempo necessario per creare l'effetto risucchio. Per questo bisogna essere molto rapidi nell'applicare la coppetta alla pelle. L'altro metodo, a freddo, consiste nell'aspirare l'aria da una valvola posta in cima alla campana di vetro (ma può essere anche di ceramica o di bambù).

DUE METODI
Nel corso della pratica, la coppetta può rimanere ferma in un punto o scorrere lungo la cute. Nel primo caso, viene posizionata in punti ben precisi, i cosiddetti meridiani indicati dalla medicina cinese. Nel secondo caso, invece, l'effetto è simile a quello di un massaggio. Tradizione vuole che questo secondo trattamento sia particolarmente efficace nel curare stati d'ansia e depressione.

I VIP LA AMANO
Gli atleti non sono gli unici appassionati di questa pratica, che in generale sembra attrarre molti vip: da Jennifer Aniston a Jessica Simpson, passando per Gwyneth Paltrow. Che però, a giudicare dalle bufale che propina sul suo sito web, non è certo la miglior testimone possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso