2 Agosto Ago 2016 2019 02 agosto 2016

«Scegliete l'amore e non la jihad»

Questo il messaggio di pace di Jessica ai funerali dello zio Jacques Hamel, il sacerdote assassinato dalla follia jihadista.

  • ...
Francia funerali

Un omaggio solenne. Un ultimo saluto a chi, in quasi 60 anni di sacerdozio, ha sempre predicato la pace, l'amore e il perdono. In tanti, martedì 2 agosto 2016, sono accorsi ai funerali di padre Jacques Hamel, il prete brutalmente assassinato dai due jihadisti nella chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray dove ancora occasionalmente officiava la messa nonostante i suoi 86 anni di età. Tra i centinaia di fedeli che si sono stretti intorno al feretro del sacerdote c'era anche Jessica, la nipote di padre Hamel.

IL MESSAGGIO
«La maggior parte delle persone ti hanno conosciuto per il tuo lavoro, per la tua professione di fede. Ma per me tu sei il mio zio, mio ​​zio Jacques», inizia così il discorso di Jessica in ricordo dello zio. «Dopo Charlie Hebdo, ho postato questa frase sui social network: 'Oh mio Dio, siamo in grado di mantenere la tolleranza?'», ha letto la giovane per dare un messaggio forte, di pace, alle tante persone lì presenti. «Anche oggi io ho scelto il rispetto, scelgo l'amore, e come te, io scelgo la pace. Ti amo zio, mi mancherai, ci mancherai», ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso