25 Luglio Lug 2016 1241 25 luglio 2016

Tinder, 100 favole moderne dall'India

Sesso, amore e non solo. Si chiama 100 Indian Tinder Tales, è il progetto con cui l'illustratrice Indu Harikumar raccoglie le esperienze di uomini e donne che utilizzano la celebre app in un Paese in cui fa ancora scandalo.

  • ...

In un Paese come l'India in cui usare Tinder è ancora scandaloso, c'è un'artista che ha raccolto le storie di amore e sesso nate nella sua Mumbai grazie alla celebre app per incontri per trasformarle in illustrazioni.
Indu Harikumar, ideatrice del progetto 100 Indian Tinder Tales (100 favole ispirate a Tinder), ha voluto rappresentare il fenomeno degli approcci digitali e riflettere su quanto le app per incontri stiano cambiando le relazioni.
Cento storie, dalle più innocenti alle più bollenti, dalle più spensierate alle più dolorose, raccontate sui social, dove Indu le ha raccolte direttamente dagli utenti, l'85% dei quali sono donne. «Vogliamo tutti un certo livello di connessione e validazione. Il sesso è un modo per connettersi, così come lo sono l’amore e la conversazione», ha spiegato l'artista.
Storie di sesso e amore, favole moderne che hanno come protagoniste coppie che si incontrano e scelgono di diventare marito e moglie piuttosto che uomini e donne da avventure di una notte.
«Come artista, prendo spunto dal mondo dell’arte ma cerco una strada per amalgamare queste suggestioni alla storia che sto raccontando, indianizzando il disegno» spiega Harikumar, che lavora come illustratrice nell’editoria per l’infanzia. «I social network dono un modo per collegarmi ad altre persone, sono legami ai quali riconosco valore». Alcune delle foto di 100 Indian Tinder Tales in gallery.

IL RAGAZZO VERGINE
Una giovane ragazza di Mumbai racconta di quello che all'inizio sembrava un incontro come tanti: una serata al bar con un ragazzo conosciuto su Tinder. Un chitarrista né troppo divertente né troppo noioso.  Lui le da «il miglior bacio che lei abbia mai scambiato, talmente buono da farmi gettare al vento ogni cautela». Finiscono a letto. Ma sul più bello, si scosta e scoppia a piangere, in posizione fetale: rivela alla ragazza in questione che per lui quella era la prima volta.

L'INCIDENTE PRIMA DI CONOSCERSI
Lei è una ragazza in carriera, che vive nel Regno Unito dove di tanto in tanto usa Tinder per incontri di una notte. Mai, dice, avrebbe pensato di usare l’app anche in India. Eppure quando decide di tornare a vivere lì, mentre fa un viaggio a nord per incontrare alcuni parenti, accende l’app e inizia a chattare con un ragazzo che la incuriosisce. Non fanno in tempo a vedersi, lei deve tornare a casa, ma continuano a scriversi per mesi con sempre maggiore coinvolgimento. Finché una notte, dopo un dolce messaggio di buonanotte, lui scompare. Lei, dopo qualche giorno di messaggi a vuoto, decide di indagare, partendo dall’unico indizio che ha: sa in quale azienda lui lavora. Quello che un collega le spiega al telefono va al di là di ogni sua ipotesi: «L’ultima notte che mi ha scritto è stata anche l’ultima della sua vita. Un incidente stradale: così – a mia insaputa – è morto. Sono passati sette mesi, e ancora non riesco a crederci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso