22 Luglio Lug 2016 1635 22 luglio 2016

Un uomo chiamato hyena

Nelle zone più rurali del Malawi sopravvive un rito di passaggio: la purificazione delle ragazzine alla prima mestruazione. Che avviene attraverso un rapporto non protetto con un professionista del sesso. Eric è uno di loro.

  • ...
Eric Malawi

Eric Aniwa è un uomo sulla quarantina con un lavoro che in molte parti del mondo lo porterebbe direttamente in prigione e che invece nel suo Paese, il Malawi, è considerato normale: è uno 'hyena', ovvero un professionista del sesso che si guadagna da vivere 'purificando' le ragazzine dopo l'arrivo della prima mestruazione. Siamo nel distretto meridionale di Nsanje, dove sopravvivono riti ancestrali come questo e a cui nessuna giovane si può sottrarre, pena una catena di sciagure per sé e la propria famiglia. A incontrare Eric è stato un reporter di Bbc News, che ha provato a scoprire di più su questo rito di passaggio.

RAPPORTI NON PROTETTI
«Alcune di loro hanno 12 o 13 anni, ma le preferisco più grandi». Intervistato, Eric ha raccontato che viene pagato dai tre ai cinque euro dai genitori delle ragazze. Aggiungendo che le giovanissime 'pazienti' sono entusiaste del suo lavoro da hyena, e delle prestazioni sessuali in generale, anche se la Bbc ne ha poi incontrate che hanno ammesso di essere rimaste traumatizzate dall'esperienza. Come Maria: «Non avevo scelta. Ho dovuto farlo perché amo i miei genitori. Se mi fossi opposta, la mia famiglia sarebbe stata colpita da morte e disgrazie. Avevo paura». Questa tradizione non ha solo una dubbia moralità, ma è anche molto rischiosa, perché il sesso con uno hyena non deve mai essere protetto, visto che un purificatore, grazie alle virtù morali che tutti gli riconoscono, non può avere nessuna malattia. Purtroppo, in Malawi un abitante su dieci è sieropositivo e Eric, come ha confessato alla Bbc e come invece non ha mai detto a nessun genitore, fa parte di questo 10%.

HA PURIFICATO LA MOGLIE
Eric ha raccontato di aver purificato più di cento clienti (anche se aveva detto la stessa cosa nel 2012 a un giornale locale): non sono solo ragazzine alla prima mestruazione, ma anche donne che hanno avuto un aborto e vedove, che non possono seppellire il marito senza aver avuto prima un rapporto con uno hyena. L'uomo ha detto di essere padre di almeno cinque figli e di avere due mogli. La seconda incontrata quando, appena rimasta vedova, si era rivolta a lui per la purificazione. Oggi la coppia ha una bambina di due anni e la donna, che si chiama Fanny, ha detto alla Bbc che non permetterà, quando sarà il momento, che sua figlia venga sottoposta al rito di passaggio: «Vorrei che questa tradizione finisse. Siamo obbligate a fare sesso con gli hyena. Non lo facciamo per scelta e credo che questo sia molto triste». Anche per questo, Eric ha confessato che vorrebbe abbandonare il suo lavoro, anche se essere uno hyena è molto redditizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso