11 Luglio Lug 2016 1206 11 luglio 2016

Eros nel piatto

Ostriche e peperoncino, ma anche asparagi e aglio. Ecco quali sono i cibi più afrodisiaci, tra grandi classici e alimenti a sorpresa. Perché il buon sesso nasce (anche) a tavola.

  • ...
ostrica

Ostriche e peperoncino, ma anche cioccolato. Il legame tra cibo e sesso è ancestrale. Fin dalla notte dei tempi l'uomo ha cercato di aumentare la potenza sessuale attraverso alcuni alimenti e oggi la comunità scientifica riconosce l'esistenza di alcuni alimenti in grado di favorire l'eccitazione, maschile e femminile, grazie a particolari sostanze. I tre sopra citati sono dei 'classici' della cucina afrodisiaca, in grado di dare davvero una marcia in più sotto alle lenzuola ma, in generale, visto che alla base di una buona salute sessuale c'è una dieta sana ed equilibrata (basata magari sui principi dell’alimentazione mediterranea), ci sono molti 'insospettabili' nella lista degli alimenti afrodisiaci, in virtù del loro contenuto di vitamine antiossidanti, aminoacidi, fitormoni e altre sostanze. Ad esempio, avreste mai scommesso sull'effetto-Viagra degli asparagi? Eppure, sono proprio tra gli alimenti che potrebbero dare quella spinta in più a letto.

MANDORLE
Nel Medioevo le mandorle non mancavano mai nei filtri d'amore e nelle cene afrodisiache preparate a corte. A ragione, perché se sui sentimenti non possono agire, di sicuro le mandorle possono dare grande energia a letto grazie al contenuto di vitamina A, ferro e zuccheri. È una caratteristica della frutta secca in generale: l'arginina, contenuta in discreta quantità anche in noci e arachidi, è un amminoacido che, convertito in ossido nitrico, è capace di allargare i vasi sanguigni, aumentando l’afflusso di sangue al pene.

ASPARAGI
Gli asparagi, grazie ad alte percentuali di fibre, potassio, acido folico, vitamine E e del gruppo B, stimolano la secrezione di ormoni maschili, potenziando indirettamente la funzione sessuale e anche la fertilità. Certo, pulirli porta via un po' di tempo e non tutti ne vanno matti, però 300 grammi a settimana sarebbero un toccasana. D'altra parte, anche per la loro forma fallica sono da sempre considerati un cibo afrodisiaco, anche se meno chic delle ostriche.

OSTRICHE
La fama dell'ostrica è dovuta al fatto che, simile nell'aspetto alla vulva femminile, era considerata afrodisiaca già dai Romani. Ed è anche vero che una cena romantica in riva al mare a base di ostriche e champagne sicuramente favorirà un ottimo dopocena, non fosse altro per l'atmosfera. Ma per le ostriche non si tratta di effetto placebo: contengono infatti (come tutti i molluschi) un’alta percentuale di zinco in grado di aumentare la funzionalità degli ormoni e del testosterone.

PEPERONCINO
Essendo un vasodilatatore, il peperoncino migliora la potenza sessuale perché favorisce la circolazione sanguigna nei genitali maschili. In più stimola anche la prostata e l'eiaculazione grazie alla capsacina. Ma, in virtù della ricchezza di antiossidanti, favorisce anche la lubrificazione femminile. Certo, c'è anche il rovescio della medagli: esagerando si rischia di infiammare la prostata e di avere la brutta sorpresa dell'eiaculazione precoce.

CIOCCOLATO
Il cioccolato (fondente) è un toccasana per la libido in quanto contiene diverse sostanze in grado di generare un aumento del desiderio: ad esempio la teobromina, che dà energia e concentrazione, e l'endorfina, che aumenta la sensazione di piacere. Da non sottovalutare inoltre le alte concentrazioni di polifenoli antiossidanti, che contribuiscono alla funzionalità sessuale. E poi, al di là del sesso, il cioccolato aiuta il rilascio di serotonina, il neuromodulatore della felicità.

AGLIO
Certo, già il sapore non piace a tutti e l'effetto sull'alito ancora meno, ma l'aglio contiene l'allicina, una sostanza che aumenta il flusso sanguigno. Secondo alcune ricerche sarebbe addirittura sul podio dei cibi più afrodisiaci: due spicchi al giorno, per tre mesi consecutivi, aiuterebbero a risolvere problemi di impotenza, soprattutto nei soggetti che soffrono di colesterolo alto. Dopo che la Bbc gli ha dedicato un documentario paragonandolo al Viagra, le sue vendite negl Regno Unito hanno subito un'impennata.

ZENZERO
Lo zenzero è da sempre utilizzato dalla medicina tradizionale cinese come rimedio per l'impotenza. A ragione, secondo le ricerche più recenti, perché grazie al contenuto di vari antiossidanti, e soprattutto in virtù dell'd'olio essenziale di zingiberene, lo zenzero sarebbe in grado di stimolerebbe la circolazione sanguigna nell'organo sessuale maschile. Non si tratta di un alimento che tutti usano, ma in realtà è molto duttile in cucina. Per evitare disturbi gastrici, meglio però non superare però i 15 grammi al giorno.

AVOCADO
Alimento molto duttile, l'avocado. Si può usare nell'insalata e nelle macedonie, anche anche come condimento per il riso freddo e accompagnamento per alcuni formaggi. Da sempre è considerato afrodisiaco ed a ragione, grazie al ricco contenuto di acido folico, vitamina B6, vitamina A,C e soprattutto potassio. L'ideale, per potenziarne le proprietà dell'avocado, è consumare il frutto in un piatto unico, insieme a del pesce azzurro.

ALTRI ALIMENTI CONSIGLIATI
Basilico e spinaci, ricchi di magnesio, sono in grado di ridurre l'infiammazione dei vasi sanguigni con un leggero effetto-Viagra, mentre il sedano stimolerebbe l'androsterone, androgeno che, liberato attraverso il sudore, agirebbe da potente feromone. Consigliata anche la cicoria, che è una fonte dell’ormone maschile androstenedione. Contro la disfunzione erettile, rimedi naturali sono mirtilli, uva, ciliegie, more e ravanelli, così come le spremute di agrumi e il classico bicchiere di vino rosso. Per le donne, i cibi che favoriscono la secrezione degli estrogeni sono quelli ricchi di vitamina B6, dunque via libera a legumi, pesce, carni magre e yogurt.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso