17 Giugno Giu 2016 1919 17 giugno 2016

«Vuoi un prestito? Spogliati»

In Cina è stata diffusa la notizia secondo la quale alcuni usurai avrebbero dato soldi a giovani donne costringendole a denudarsi come 'garanzia di pagamento'. Ed è scoppiata la polemica.

  • ...
cina usurai

In Cina è scoppiata una polemica dopo che i media hanno diffuso la notizia secondo la quale molti usurai avrebbero chiesto ad alcune studentesse di spogliarsi davanti a un obiettivo come 'garanzia di pagamento' dei prestiti. Il ricatto è schietto: i soldi non arrivano in tempo? Le foto vanno online». Il tutto tramite Jiedaibao, una piattaforma online per prestare o chiedere denaro.

MOLTE VITTIME NON HANNO PARLATO
Molte hanno accettato il ricatto, inviando i loro scatti e il loro documenti. Una ragazza ha raccontato di aver chiesto 500 yuan, a un interesse  del 30% a settimana, denaro che serviva per pagare altri debiti precedenti. Non si tratta di un caso isolato, ma molte vittime hanno preferito non parlare.

SUI SOCIAL OPINIONI CONTRASTANTI
Sui social, le opinioni si scontrano. C'è chi condanna gli strozzini e chi, invece, se la prende con chi ricorre a questi metodi per cercare denaro.Un portavoce di Jiedaibao ha affermato che il sito sta collaborando con le forze dell'ordine per scovare e scoraggiare situazioni simili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso