9 Maggio Mag 2016 1701 09 maggio 2016

La gonna della discordia

In Francia una sedicenne musulmana è stata sospesa da scuola perché indossava una veste troppo lunga, considerata dal preside alla stregua di un simbolo religioso. Sulla questione, il consiglio di stato non si sbilancia.

  • ...
studentesse_musulmane

Se vai a scuola con una gonna troppo corta ti mandano a casa perché distrai insegnanti e compagni di classe. E se la gonna è troppo lunga? Stessa sorte. Ma cambia la motivazione: «ostentazione di simboli religiosi». Succede in Francia, nella periferia est di Parigi, dove un preside ha temporanemente sospeso una 16enne musulmana, applicando la legge che dal 2004 vieta appunto i simboli religiosi nelle scuole.

LA GONNA È UN SIMBOLO O NO?
Secondo quanto riportato dall'Independent, la ragazza è di origini portoghesi, è stata cresciuta come cattolica e si è convertita all'Islam solo di recente. Nei mesi precedenti alla sospensione, le autorità avevano indagato su di lei per determinare se in qualche modo la sua conversione fosse collegata all'islamismo radicale, senza però trovare alcun riscontro in tal senso. Intervistata da un magazine francese, la madre della ragazza ha spiegato che sua figlia «rispetta la legge. Io rispetto la sua religione [...]. Escluse le chiacchiere in classe, non ha problemi». Effettivamente, pare che la studentessa indossi abitualmente il velo ma che lo tolga nel momento in cui entra in classe. Se la gonna lunga tipicamente indossata dalle ragazze musulmane rappresenti però un simbolo religioso o meno è questione ancora dibattuta in Francia. La maggior parte degli istituti scolastici, comunque, non la identifica come tale. La questione è stata portata all'attenzione del consiglio di stato già da tempo, ma l'organismo non si è ancora pronunciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso