26 Aprile Apr 2016 1415 26 aprile 2016

Se lui è l'anti-cunnilingus

Cosa fare se al tuo partner non piace praticare sesso orale? Incoraggialo, parla con lui dei tuoi desideri. Ma fagli anche capire che tu con lui non sei egoista, e che il vostro rapporto non è scontato.

  • ...
Female palm

Quando si fa sesso, bisogna considerare il «pacchetto completo». Vale per lei, vale per lui. A volte, invece, gli uomini hanno resistenze a praticare il sesso orale a lei: il cosiddetto cunnilingus. Cosa fare in questi casi? È la donna che deve prontamente intervenire, per  'rimettere a posto'  le preferenze del partner. E per fargli invertire rotta. Ecco come in quattro mosse.

SII SINCERA
Parlare dei tuoi desideri col partner è naturale. Tanto più se questi desideri non vengono soddisfatti. Il problema, se lui non pratica il cunnilingus, non sei tu. Non vergognarti di parlargliene: mostrarti casta e chiusa in te stessa non servirà a nulla. La dritta arriva dalla Ohio State University che, dopo aver rilevato quanto le donne tendono a essere 'bugiarde' a proposito del piacere sessuale, ha invitato a praticare la sincerità e a evitare l’auto-giudizio.

MINACCIA DI TRADIRLO
Le minacce non dovrebbero essere la via preferenziale per il dialogo. Pare, però, che a volte funzionino. Secondo una ricerca condotta dagli psicologi della Oakland University, minacciare il proprio partner di tradirlo (anche semplicemente facendoglielo intendere) lo stimolerebbe a essere più accondiscendente. Soprattutto nel sesso orale. Insomma: per l’uomo il cunnilingus non è tanto una fonte di piacere personale, quanto una «strategia di conservazione della propria donna». Tanto vale fare i propri interessi.

RICORDAGLI CHE TU NON SEI EGOISTA
Il sesso orale non andrebbe rinfacciato. È poco elegante dire al partner «io l’ho fatto a te e tu a me non lo fai mai». Ma volte non c’è altra soluzione. Soprattutto se lui continua a lamentarsi di fronte alle tue richieste, avanzando le scuse più disparate. Dal cattivo odore alla stanchezza fino al fatto che «non piace». Eppure tu, a lui, il sesso orale lo pratichi! Era 1886 lo psichiatra e neurologo tedesco Richard von Krafft-Ebing definì il cunnilingus come «una disgustosa prova di masochismo patologico». E se si trattasse non solo di masochismo ma anche di maschilismo? Ricordagli che nel sesso bisogna essere masochisti in due.

INCORAGGIA IL SUO EGO
A volte è meglio mettere da parte le lamentele e lasciare spazio agli incoraggiamenti. Soprattutto nei confronti del tuo lui. «Così mi piace, ma se mi baci giù mi piace di più» può essere, per esempio, un buon modo per stimolarlo. Il consiglio arriva dai ricercatori della Western University: l’ego dell’uomo ha bisogno di essere incoraggiato, anche nel cunnilingus. Secondo i risultati della ricerca, non c’è uomo che non resti ferito quando la sua donna non raggiunge l’orgasmo. Esattamente come non c’è uomo che non si senta esaltato quando la partner si mostra eccitata. Perché no, anche nel sesso orale.

LE COSE DA SAPERE
State considerando di avere un figlio? Praticare cunnilingus aumenta le possibilità di concepimento, in modo naturale. Il risultato arriva da un’altra ricerca della Oakland University. La maggior parte delle donne raggiunge soprattutto con il sesso orale l’orgasmo. Le contrazioni della vagina vengono quindi facilitate e, durante il rapporto sessuale, aumenta la possibilità di rimanere incinte. Insomma: dietro al cunnilingus c’è anche un’utilità 'evoluzionistica', come è stata definita dai ricercatori. Un altro motivo per cogliere il piacere al volo, se questo è per voi il momento giusto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso