31 Marzo Mar 2016 1517 31 marzo 2016

Non fermiamoci alle unioni civili

I suoi genitori, una coppia gay, vivono insieme da 21 anni ma non possono sposarsi perché la legge non lo permette. Così un 15enne dell'Irlanda del Nord ha lanciato un appello su Youtube, commuovendo il mondo.

  • ...
lettera gay irlanda

Vivere felicemente con i propri genitori, ma senza poter provare la gioia di vederli sposati. Nonostante vivano sotto lo stesso tetto da 21 anni. È la storia di Darragh Tibbs, un ragazzo di 15 anni che vive nell'Irlanda del Nord e che ha deciso di dire basta a questa situazione. Così, ha pubblicato un video su Youtube dove legge una lettera indirizzata a Gordon Dunne, esponente del Partito Unionista Democratico e rappresentante della sua zona all'Assemblea Legislativa, e con la quale denuncia per filo e per segno tutte le ipocrisie e le contraddizioni di chi si oppone ai matrimoni gay. Darragh si dice amareggiato perché l'Irlanda del Nord è stato uno dei primi Paesi ad approvare le unioni civili, senza avere il coraggio di andare oltre. L'opposizione dei parlamentari può significare solo che non credono all'uguaglianza di tutte le persone. E l'indignazione è ancora più grande, considerato che nelle altre tre nazioni costitutive del Regno Unito, i matrimoni gay sono ormai legalizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso