15 Gennaio Gen 2016 1634 15 gennaio 2016

Gli Oscar? «Ancora troppo bianchi»

Le nomination agli Academy Awards del 2015 avevano attirato una lunga protesta per la mancanza di 'diversità'. Un anno dopo, la storia si ripete. Tra i candidati a vincere l'ambita statuetta non ci sono attori di colore.

  • ...
creed-finalposter-frontpage

Le nomination agli Oscar del 2015 avevano attirato una lunga protesta per la mancanza di 'diversità'. Un anno dopo, per l'88esima edizione degli Academy Awards (qui i nomi di tutti i candidati), la storia si ripete. I nominati per le categorie miglior attore/attrice 'protagonista' e 'non protagonista' (leggi i profili delle interpreti in corsa) sono tutti bianchi: tra i venti prescelti non c'è un solo afro-americano, né un latino, né un asiatico.

ESCLUSI, TRA GLI ALTRI, ANCHE MICHAEL JORDAN E WILL SMITH
Delusione, tra gli altri, per Creed - Nato per combattere. Il film è statoscritto e diretto dal nero Ryan Coogler e interpretato da un uomo di colore (Michael B. Jordan ), ma l'unico candidato è un bianco, Sylvester Stallone. Stessa fine per Straight Outta Compton, la storia della nascita del gruppo rap N.W.A. Recitato da molti giovani attori neri e diretto dal regista di colore F. Gary Gray, è stato nominato solo per la sceneggiatura, scritta da Andrea Berloff e Jonathan Herman, entrambi caucasici. Restano a mani vuote anche Idris Elba, protagonista di Bestie di nessuna nazione e Will Smith attore principale in Concussion.

LE REAZIONI
La protesta, che anche quest'anno imperversa sul web con l'hashtag #OscarsStillSoWhite (Oscar ancora così bianchi), è stata sostenuta anche da Gil Robertson, presidente dell'African American Film Critics Association: «Sono scioccato, ma non del tutto sorpreso. Dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi per convincere i membri dell'Accademia che la diversità è importante», ha affermato. Jeff Friday, fondatore del Black Film Festival americano, ha detto che la mancanza di diversità nelle nomine è direttamente proporzionale all'assenza di varietà tra i membri ('bianchi' per il 94%): «La composizione è molto omogenea e si riflette nelle loro scelte», ha dichiarato.
Secondo lo scrittore Mark Harris invece, la questione non dipende dal fatto che gli elettori odiano donne, gay e neri. Semplicemente, «non sono interessati alle loro storie».
Tweet riguardo #OscarsStillSoWhite

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso