4 Gennaio Gen 2016 1801 04 gennaio 2016

Divorzio, 6 frasi da non dire

Avete un amico o un'amica il cui matrimonio è appena andato in frantumi? Se desiderate dimostrargli il vostro affetto e sostegno, meglio fare attenzione a come vi esprimete.

  • ...
ThinkstockPhotos-183930599

L'Epifania tutte le feste le porta via, e non solo: pare che il primo giorno lavorativo di gennaio sia diventato famoso, almeno nel mondo anglosassone, come il Divorce Day, dato l'alto numero di separazioni che si registrano in questa data. Anno nuovo, vita nuova. Con tanto di matrimoni e fidanzati alle spalle. È quindi molto probabile che, anche in Italia, saranno in molti a ritrovarsi in compagnia di amici con il cuore infranto e un matrimonio a pezzi. In questo caso, è bene ponderare attentamente le parole da rivolgere loro. Anzi, alcune frasi è meglio non dirle proprio. Ecco quali, secondo il Daily Telegraph:

«SEMBRAVATE UNA COPPIA PERFETTA»
Le coppie perfette non esistono. Anche se in pubblico eravate abituati a vederli andare d'amore e d'accordo, sempre affiatati e sorridente, state pur certi che qualche crepa nel loro rapporto c'era. Mascherata, ma c'era. Inutile, quindi, stare a piangere sul latte versato. Che il vostro amico abbia subìto o portato avanti il divorzio, è sempre meglio essergli di conforto invitandolo a cena fuori o offrendogli una chiacchierata davanti a un caffè.

«OH, MI DISPIACE COSÌ TANTO!»
Magari siete sinceri, ma dire che vi dispiace spesso può sembrare una forma di pietosa commiserazione nei confronti del divorziato. Senza contare che, se vi state rivolgendo a colui che ha desiderato fortemente il divorzio, avrete davanti una persona per cui non c'è davvero nulla di cui dispiacersi. Piuttosto, dichiaratevi disponibili ad ascoltarli, ma solo qualora fossero i diretti interessati a volerne parlare.

«SUCCEDE AL 50% DELLA POPOLAZIONE»
Mal comune mezzo gaudio. Se uno se lo dice da sé è un conto, ma se se lo sente rivolgere da un'altra persona, le cose cambiano. Perché lo state mettendo sullo stesso piano di tanti altri illustri sconosciuti, sminuendo i suoi sentimenti e paragonandoli a quelli di una massa amorfa e indistinta. Cosa che non piace a nessuno.

«PORTAGLI VIA TUTTO!»
Un divorzio non è sinonimo di odio profondo. Quindi, non aizzate le vostre amiche contro i mariti, invitandole a spolparli fino all'ultimo centesimo. Spesso e volentieri nessuna delle due parti cova rancore o sentimenti di vendetta.

«SIETE SICURI CHE PER I BIMBI SIA LA SCELTA MIGLIORE?»
Quando ci sono di mezzo questioni di cuore, tutti si improvvisano grandi esperti. Anche su argomenti delicati, come l'affidamento dei figli. Chiedere ai divorzianti se abbiano pensato ai bambini, significa implicitamente dare un giudizio pesantemente negativo sul loro operato di genitori. Inoltre, i bambini sono in grado di guarire alla perfezione anche da un evento traumatico come il divorzio, se i genitori (e i loro amici) collaborano.

«MA SIETE SPOSATI DA COSÌ TANTO TEMPO!»
Che il matrimonio sia durato 1 anno oppure 10, poco cambia. L'amore è cieco, il disamoramento altrettanto. Stupirsi di un divorzio che arriva dopo anni, magari decenni di convivenza, non farà altro che instillare tutta una serie di dubbi in chi è fresco di separazione. Magari la storia avrebbe dovuto essere troncata molto prima? O forse valeva la pena crederci ancora un po' e sperare che le cose volgessero al meglio? Non siete costretti a dire per forza qualcosa: l'ìimportante è che dimostriate ai vostri amici vicinanza e affetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso