28 Dicembre Dic 2015 1337 28 dicembre 2015

Uccisa perché allattava in pubblico

Da Raqqa, quartier generale dell'Isis, arriva una nuova storia di orrore: una giovane madre sarebbe stata torturata e giustiziata per aver attaccato il neonato al seno fuori dalla propria abitazione.

  • ...
niqab

Torturata a morte perché sorpresa ad allattare il suo bambino in pubblico. È successo a Raqqa, il quartier generale dello Stato Islamico. La sconcertante storia arriva dalla voce di Aisha, una ragazza riuscita a fuggire dalle mani dell'Isis e che ha raccontato tutto al Sunday Times.

MUTILATA PRIMA DELL'ESECUZIONE
Le carnefici della povera madre sarebbero le donne che fanno parte della brigata al-Khansa, il corpo di polizia femminile che è incaricato di far rispettare la Sharia e di punire le donne che trasgrediscono a queste regole. Tra queste, il divieto assoluto di mostrare in pubblico parti del proprio corpo. La terribile sorte della donna sarebbe stata confermata anche da alcuni proclami jihadisti diffusi in rete, che aggiungono al racconto di Aisha un dettaglio raccapricciante: la povera madre, infatti, prima di essere uccisa è stata mutilata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso