24 Novembre Nov 2015 1648 24 novembre 2015

La sorella del terrorista: «Mi manchi sempre di più»

Il messaggio postato su Instagram, se autentico, sarebbe però stato scritto prima della strage del Bataclan a cui Samy Amimour ha preso parte.

  • ...
samy_amourir_evid

«Ogni santo giorno che Dio mi manda, mi manchi sempre di più, mi manca tutto di te». Inizia con queste parole il messaggio che la sorella di Samy Amimour, il terrorista che la sera del 13 novembre ha preso parte al massacro del Bataclan, aveva dedicato al fratello su Instagram. Un messaggio che sta destando scalpore perché rivolto a un uomo che ha preso parte a una strage dove sono morte 89 persone. Ma, a giudicare dallo scatto ripreso dal Daily Mail e da altri organi di informazione, il messaggio non è stato postato all'indomani della strage, ma almeno 3 settimane prima.

«TI AMO E TI AMERÒ PER SEMPRE»
Questo, almeno, a giudicare dall'indicazione 4sem presente in alto a destra sulla schermata, che in francese starebbe a indicare le 4 settimane trascorse tra la data di pubblicazione dello scatto e il momento in cui la schermata è stata catturata e diffusa. La didascalia comunque, postata sotto uno scatto che ritrae i due fratelli da bambini, prosegue così: «Non volevo ammetterlo a me stessa, ma ti somiglio sempre di più. Nel sorriso, nella risata, nel modo di guardare, nel modo di nascondere i tuoi sentimenti o anche nella tua generosità. Oggi è un giorno speciale perché è il primo del resto della tua vita. Ti amo e ti amerò per sempre, mio fratello, mio gemello, mio sangue, mia vita. Ti amo, mio Samy».

GLI INUTILI TENTATIVI DEL PADRE
Secondo il Daily Mail, che ha diffuso la notizia, Samy nel 2013 aveva lasciato la Francia per volare in Siria e unirsi alle file dello Stato Islamico. Per lungo tempo il padre Mohamed, 67enne, aveva cercato invano di convincere il figlio a tornare sui suoi passi recandosi lui stesso in Siria e arrivando a offrirgli ingenti somme di denaro. Tornato in Francia nel dicembre 2014, Mohamed aveva scoperto che nel frattempo il figlio si era sposato e aveva cambiato il proprio nome in Abu Hajia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso