4 Novembre Nov 2015 1025 04 novembre 2015

Kamut, tra luci e ombre

Pochi sanno che non si tratta di una varietà di grano, ma di un marchio registrato. Il cereale è in realtà il khorasan, che viene coltivato anche in Italia. E questo è solo uno dei tanti miti da sfatare.

  • ...
kamut

Ridurrebbe il colesterolo cattivo, i fattori di rischio cardiovascolare e i livelli di glicemia. Non si tratta di un farmaco, ma del khorasan, la varietà di grano sempre più presente sulle tavole degli italiani sotto il nome commerciale Kamut. Gli effetti benefici sopra descritti sono stati individuati dalla ricercatrice Anne Whittaker dell'Università di Firenze, nel corso di uno studio effettuato su un campione di venti individui. In attesa di ulteriori conferme scientifiche sulle presunte qualità benefiche di Kamut, quali sono le cose imprescindibili da sapere sulla nuova moda alimentare che ha conquistato il Paese dello stivale?

AZIENDA KAMUT
Il Kamut non è una varietà di grano. Kamut è un marchio registrato da un'azienda del Montana, USA, la Kamut International, che ha dato questo nome a una varietà di grano che in realtà si chiama khorasan. Chiunque, nel mondo, può potenzialmente coltivare il grano khorasan, ma senza potergli dare il nome Kamut.

C'È ANCHE QUELLO ITALIANO
Il khorasan, nella sua variante non commerciale, è coltivato anche in Italia, con il nome Saragolla, tra Abruzzo, Basilicata e Campania.

NON È IL CEREALE DEI FARAONI
Gira voce che il Kamut (o khorasan, appunto) fosse il cereale coltivato dagli antichi egizi (cosa suggerita anche dal logo Kamut). Cosa improbabile, come spiega Dario Bressanini nel suo libro Le bugie nel carrello, perché ai tempi delle piramidi si coltivavano farro e orzo, mentre il frumento non arrivò sulle tavole degli egizi fino al IV secolo a.C..

PRODUZIONE NORDAMERICANA
Ancora oggi, in realtà, la coltivazione di Kamut non viene praticata nelle regioni in cui il khorasan ha avuto origine. Il 99% della produzione avviene tra USA e Canada, come ha rivelato la stessa Kamut International.

CELIACI NON CASCATECI
Adatto ai celiaci? Nemmeno per sogno. Il Kamut è una varietà di grano duro, come spiega l'Associazione Italiana Celiachia, e in quanto tale contiene glutine.

IL KAMUT ABBONDA SULLA BOCCA DEGLI ITALIANI
Indovinate qual è il Paese che compra più Kamut? L'Italia, che assorbe il 50% della produzione mondiale. L'ha rivelato a Bressanini la stessa Kamut International.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso