22 Ottobre Ott 2015 1902 22 ottobre 2015

«Via le Mani» dalle donne

Una campagna contro la violenza di genere che domenica 25 ottobre si trasformerà in una regata sul Tevere. Con l'obiettivo di devolvere il contributo della gara, giunta alla terza edizione, al Telefono Rosa.

  • ...
violenza

Via le mani dalla bocca per denunciare ogni forma di violenza e sopruso sulle donne. Dalle orecchie per ascoltare il grido delle donne vittime di ogni violenza. Dagli occhi per iniziare a prendere coscienza delle realtà che ci circondano.
Una campagna di prevenzione, rivolta soprattutto alle nuove generazioni, per far acquisire l’importanza e il valore dell’essere umano e far comprendere la gravità di ogni forma di violenza nei confronti delle donne.
Ventitre equipaggi: 12 femminili, 3 maschili, 6 misti, uno formato da esponenti dell'Associazione ItalianAttori e uno da dirigenti del canottaggio nazionale e regionale. È stata presentata a Roma, presso la sede del Circolo Canottieri, la regata «Via le Mani», un evento pensato per sostenere le donne vittime di abusi e di violenza domestica.

LA REGATA A ROMA IL 25 OTTOBRE
A illustrare i vari aspetti dell'iniziativa il presidente della Federazione Italiana Canottaggio e ambasciatore del Telefono Rosa, Giuseppe Abbagnale, il Presidente del Comitato Regionale del Lazio, Michelangelo Crispi, la Presidente di Hands off Women, Isabella Rauti, la Presidente del Telefono Rosa, Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, e Massimo Mannocchi, Segretario Generale del CC Roma, insieme alla medaglia olimpica Bruno Mascarenhas. L'iniziativa, giunta alla terza edizione, è sostenuta da Energetic Source (una delle aziende leader del mercato elettrico e del gas in Italia) e patrocinata dal Coni, dalla Regione Lazio e dall'Assessorato Cultura e Sport del Comune di Roma. Mentre il Presidente del Comitato Regionale Lazio Crispi ha presentato la maglia realizzata per l'evento, il Presidente Abbagnale nel suo intervento ha sottolineato: «Facciamo la nostra battaglia contro la violenza di genere impiegando tutte le nostre forze. Il nostro obiettivo, attraverso la regata Via le Mani, è quello di raccogliere il contributo da destinare, come avvenuto in passato, all'Associazione del Telefono Rosa che giornalmente aiuta le donne in difficoltà. Spero davvero che un giorno la piaga degli abusi sulle donne venga definitivamente debellata». La regata si disputerà domenica 25 ottobre, con inizio alle 9.30 per terminare intorno alle 14, nel tratto di fiume Tevere prospiciente la sede del CC Roma, sul Lungotevere Flaminio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso