20 Ottobre Ott 2015 1816 20 ottobre 2015

La matematica? Un gioco da ragazzi

In Gran Bretagna uno studioso soprannominato Dr Maths ha scritto un libro dove spiega come far apprezzare ai più piccoli una delle materie scolastiche meno amate. Ecco i suoi consigli.

  • ...
ThinkstockPhotos-533631701

Nel suo Paese, la Gran Bretagna, lo hanno soprannominato Dr Maths. Perché per i bambini che di fronte ai numeri cominciano ad imbambolarsi e per i genitori che con le operazioni non hanno mai avuto un buon feeling, i suoi consigli sono come cure preziose. Il vero nome del Dottor Matematica però è un altro. Si chiama Steve Humble, è stato coordinatore del Centro nazionale di eccellenza per l’insegnamento della matematica e adesso lavora all’università di Newcastle, dove si occupa soprattutto della formazione dei docenti della scuola primaria. Nel tempo libero, poi, scrive libri di divulgazione, per aiutare maestri e professori a trovare la chiave giusta per far amare una materia che spesso suscita ostilità e paura.

MATEMATICA QUOTIDIANA
Sin da bambino, del resto, Umble adorava occuparsi di problemi e risolvere con suo padre rompicapi e quiz. La sua ultima fatica si intitola How to be Inventive when teaching primary mathematics, che potremmo tradurre così: 'Come essere creativi quando si insegnano i fondamenti della matematica'. Il volume, una guida pratica per insegnanti che vogliono migliorarsi,  si fonda sull’idea che moltiplicazioni e divisioni siano davvero un 'gioco da ragazzi' e che si debba fare solo un pò di attenzione per scoprire il 'mondo matematico' che ruota intorno a noi. Per spiegarlo Humble ha riempito il suo libro di esempi e trucchi. Scorrendo le pagine del volume abbiamo individuato tre suggerimenti, che derivano da due principali linee guida: innanzitutto, che per studiare matematica non bisogna rimanere seduti alla scrivania, soprattutto quando fuori splende il sole. Poi, capire che i numeri sono parte della nostra vita in ogni istante e non possiamo evitarli, ma dobbiamo scoprire come usarli al meglio, per rendere ogni azione quotidiana più semplice ed efficace.

GEOMETRIA ALL'ARIA APERTA
L’attività proposta in questo caso è la passeggiata matematica. Si tratta di definire prima su una mappa un tragitto ideale, individuando luoghi dove i bambini possono esplorare numeri e forme intorno a loro. Per risvegliare lo sguardo del futuro matematico, Humble suggerisce, ad esempio, trovare tre oggetti che hanno una linea di simmetria comune. Oppure, individuare nella natura qualcosa che si possa ruotare su se stesso per creare una simmetria completa e regolare. Ancora, cercare e indicare elementi con delle lunghezze definite: un metro, due metri, 50 centimetri, in modo da abituare i bambini a farsi un’idea delle dimensioni. L’altra possibilità prevede di definire delle passeggiate che raggiungano destinazioni che hanno a che fare con la matematica: dalla centrale elettrica al museo di scienze. Ancora, di recente, Humble ha inventato la passeggiata per celebrare l’anniversario della metropolitana, da fare nelle stazioni, con piccoli quiz che prevedono calcoli sul numero dei passeggeri o sulle carrozze e sui tempi di percorrenza. Risolvere questi problemi in stazione, quando passa un treno e si citano la signora con il cappello rosso o l’uomo con la valigia come protagonisti dei calcoli, permette ai bambini di fare le moltiplicazioni divertendosi, senza quasi realizzare che si stanno usando tabelline, simboli e regole. E si può ripetere anche in famiglia.

CALCOLI DA LECCARSI I BAFFI
Per chi vuole che i bambini imparino a fare i conti, ma intende anche trascorrere del tempo di qualità insieme a loro, un trucco utile è quello di trasformarsi in chef. Grembiule in vita, ingredienti pronti e i bambini si mettono ai fornelli insieme a mamma e papà. Ma starà a loro calcolare gli ingredienti. Lo stratagemma algebrico consiste nell’usare ricette per un numero inferiore o superiore di persone, così che senza rendersene conto i piccoli siano costretti a dividere e moltiplicare. In cucina, poi, ci sono anche unità di misura diverse. Per esempio si può cercare di capire quanto pesa una tavoletta di cioccolato, chiedendo ai bambini di contare in quanti rettangoli è suddivisa, di misurare i lati del rettangolo, di calcolarne l'area applicando la regola geometrica e poi di stabilire il peso sapendo quale sarebbe il peso di un singolo quadrato.

SE SIETE IN VIAGGIO DATEVI ALLA STATISTICA
Andare via per il fine settimana è un piacere, ma quando il lunedì c'è la verifica di matematica le ore di viaggio davvero appaiono una perdita di tempo. Grazie ai trucchi di Dr Maths invece possono diventare un risorsa. Perché seduti in auto si possono fare esercizi sui calcoli. Come? Ad esempio contando il numero di auto che passano, colore per colore, e poi applicando regole chiave delle probabilità, che impongono di usare la logica e le tabelline. In fondo, come sottolinea Humble, studi recenti hanno stabilito che esistono tanti modi per apprendere e che anche il gioco può aiutare a migliorare le competenze. Quindi conviene giocare con i numeri. Per superare le paure e crescere bambini che sanno vedere numeri e calcoli intorno a loro ed eseguirli senza incertezze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso