13 Ottobre Ott 2015 1240 13 ottobre 2015

Ruben, il bimbo con due mamme

Marta e Daniela, italiane, si sono sposate nel in Spagna dieci anni fa. Ora il Comune di Napoli ha trascritto l'atto del loro bimbo senza passare per il tribunale: è il primo caso nel nostro Paese.

  • ...
ruben

Ruben è nato in Spagna il 3 agosto 2015 ed è il terzo bambino in Italia ad avere sul certificato di nascita i nomi di due mamme. L’Ufficio Anagrafe del Comune di Napoli il 30 settembre ha infatti trascritto l’atto del piccolo, figlio di due donne sposate in Spagna e da dieci anni residenti a Barcellona. Ruben quindi anche sui certificati italiani risulta avere due mamme: Marta, napoletana, e Daniela, sarda.

NESSUN PERCORSO GIUDIZIARIO
Il suo caso è singolare perchè è per la prima volta non si è fatto ricorso a un giudice. «È una grandissima novità», ha spiegato Marta Loi, una delle due donne, ad Adnkronos «perché finora tutte le coppie italiane nella nostra situazione hanno dovuto percorrere la strada giudiziaria. Ora Ruben ha un passaporto ed è un cittadino italiano con due mamme». Ruben, in Spagna, ha entrambi i cognomi delle madri e sul certificato di nascita è figlio nato dalla loro regolare unione. Ma non avendo un genitore spagnolo non poteva avere il passaporto iberico. Una prima richiesta era stata fatta al Consolato italiano, ma non era passata per mancanza di normativa. Solo quando il caso di Ruben è diventato pubblico c’è stato l’interessamento del Comune di Napoli e quindi la trascrizione.

IL TERZO CASO IN ITALIA
Il caso di Ruben ha due precedenti nel nostro Paese: a gennaio 2015 per la prima volta il tribunale di Torino aveva ordinato la trascrizione del certificato di nascita di un bambino, anche lui nato in Spagna, con due mamme. In quel caso però il riconoscimento era stato per via giudiziaria, sulla base di un’istanza presentata dalle due madri, e il Comune aveva fatto riscorso contro la trascrizione. Mentre a febbraio l’anagrafe di Roma ha trascritto direttamente il certificato di nascita di Leon, nato in Argentina da una coppia di donne: Sofia, romana e Alejandra, argentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso