7 Ottobre Ott 2015 1344 07 ottobre 2015

Il Nobel per la chimica parla tre lingue

Sono un turco, uno svedese e un americano i vincitori del riconoscimento per l'anno 2015. Nulla da fare per le tre donne di cui si era ipotizzata la candidatura. Ecco le quattro 'laureate' delle edizioni passate.

  • ...
NOBEL-CHEMISTRY

Uno svedese, un turco e un americano: il premio Nobel per la chimica 2015 ha un sapore quasi cosmopolita. I vincitori sono infatti Tomas Lindahl, Paul Modrich e Aziz Sancar, che insieme hanno scoperto i meccanismi con cui le cellule riparano il DNA, aprendo la strada a nuovi sviluppi nella ricerca anticancro. Nulla da fare, come già accaduto per l'assegnazione del Nobel per la fisica, per i candidati previsti da Thomson Reuters Citation Laureates. Tra questi c'erano anche tre donne.

LE TRE 'CANDIDATE'
Professoressa e ricercatrice di chimica all'università di Stanford, la statunitense Carolyn R. Bertozzi avrebbe potuto vincere il premio Nobel grazie al suo contributo alla chimica bioortogonale. Le altre due probabili candidate sarebbero state la francese Emmanuelle Charpentier, ricercatrice nel campo della biochimica, della genetica e della microbiologia, e l'americana Jennifer Doudna, docente di chimica e biologia cellulare e molecolare all'Università di Berkeley. Charpentier e Doudna sono note per lo sviluppo del metodo CRISPR-cas9 per la manipolazione del DNA.

LE 'LAUREATE' IN CHIMICA
Sono quattro invece le donne che dal 1901 a oggi si sono aggiudicate il premio Nobel per la chimica. La prima è stata Marie Curie, che nel 1911 ottenne il riconoscimento per la scoperta del radio e del polonio. Nel 1935 fu sua figlia Irene Joliot-Curie a vedersi assegnato il riconoscimento per aver sintetizzato nuovi elementi radioattivi. Quasi trent'anni dopo, nel 1964, Dorothy Crowfoot Hodgkin fu premiata per aver determinato le strutture di importanti sostanze biochimiche. La 'laureata' più recente è l'israeliana Ada E. Yonath, premiata per i suoi studi sulle funzioni e sulla struttura dei ribosomi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso