6 Ottobre Ott 2015 1816 06 ottobre 2015

Lo allatto così

Pubblicato un documento con le linee guida che devono seguire le mamme e i medici. Quanto deve durare, quando smettere, le (poche) controindicazioni.

  • ...
ThinkstockPhotos-527839989

Allattare al seno? Sì. Ma come? A dissipare i dubbi delle neo e future mamme, arriva un documento di ben 49 pagine stilato dalle principali società scientifiche pediatriche. Un documento molto tecnico che affronta diversi risvolti dell'allattamento al seno: dalle caratteristiche del latte materno all'assistenza ospedaliera, passando per la durata dell'allattamento e le possibili controindicazioni. Ecco i punti chiave stabiliti dagli studiosi che possono interessare non solo i pediatri, ma anche, e soprattutto, le mamme.

1. FA BENE A TUTTI
Allattare fa bene al bambino quanto alla madre. Non solo. A beneficiarne, sarebbero anche la famiglia e la società. La protezione offerta dal latte materno, ad esempio, fa crescere più forte e sano il bambino. Questo significa meno malattie, e quindi meno costi sanitari per lo Stato. Per ogni bambino non allattato al seno, il servizio sanitario spende 140 euro in più.

2. INFORMARSI PRIMA DI SCEGLIERE
Se una madre decide di non allattare, la sua scelta va rispettata, né deve essere discriminata. Ma è importante che questa decisione avvenga solo se la mamma è a conoscenza di tutti i possibili risvolti che la sua scelta può avere.

3. POCHE CONTROINDICAZIONI
L'allattamento non ha praticamente controindicazioni, anche in caso di una nuova gravidanza concomitante. Gli unici rischi dipendenti da cause materne si verificano in caso di positività a virus come l'HIV, tossicodipendenza e alcolismo.

4. MINIMO, DA 0 A 6 MESI
L'allattamento esclusivo viene raccomandato per una durata minima di 6 mesi, tenendo d'occhio la crescita del neonato. Secondo le linee guida, l'allattamento può proseguire, in presenza ovviamente di alimentazione complementare, anche oltre i due anni di età del bambino.

5. PEDIATRI, PRIMA IL SENO
I pediatri e i neonatologi devono essere sempre aggiornati sul tema dell'allattamento al seno. Inoltre, devono cercare di promuoverlo in tutti i modi, cercando di fare meno ricorso possibile al latte artificiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso