2 Ottobre Ott 2015 2028 02 ottobre 2015

Una escort in alta quota

Una hostess di una compagnia aerea araba avrebbe guadagnato 900mila euro in due anni prostituendosi con i clienti. Ma pare che si tratti di un fenomeno piuttosto diffuso.

  • ...
ThinkstockPhotos-177121645

Le hostess e gli stewart, si sa, hanno un fascino particolare. Sarà per la divisa, sarà per quell'alone di esotismo che si portano dietro o il non fermarsi mai in nessun luogo. Le loro storie, se le portano con sé. Sarà per questo che una hostess di una compagnia aerea araba è riuscita, tra un volo e l'altro, a racimolare ben 900mila euro nel giro di soli due anni. Come? Elargendo prestazioni sessuali ai passeggeri per la cifra di 1500 sterline a rapporto.

SESSO IN VOLO
La confessione è arrivata direttamente dalla donna, spiega il Daily Mail. Dopo due anni di arrotondamenti a luci rosse, la donna è stata scoperta dalla compagnia e immediatamente licenziata. Stando a quanto rivelato da alcune fonti della compagnia aerea, la donna preferiva le tratte a lunghe percorrenza, solitamente quelle tra il Golfo e gli USA, per agganciare i clienti. Ma, secondo Antoine Michelat, fondatore di un sito che compara i prezzi dei diversi voli, la prostituzione in volo è un fenomeno tutt'altro che raro.

LE UNDER 30 GUDAGNANO DI PIÙ
Solitamente, a usufruire di prestazioni sessuali in cambio di denaro non sono i passeggeri, ma i piloti. Le hostess disponibili per questo tipo di rapporti sono solite passare il proprio numero a una hostess più anziana, che li smista poi ai piloti interessati. Pare anche che esista una sorta di codice 'gestuale' grazie al quale i piloti riescono a segnalarsi come interessati e a contrattare la prestazione. I prezzi? Intorno alle 450 sterline, ma le under 30 riescono a strappare prezzi anche più alti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso