3 Agosto Ago 2015 1331 03 agosto 2015

Due minuti per salvare un matrimonio

La guru delle relazioni Heidi Poelman ne è convinta. Per allontanare il rischio di litigi e rancori, basta un piccolo impegno quotidiano. Ecco quali strategie adottare.

  • ...
ThinkstockPhotos-186407421

I matrimoni felici sono rischiosi. Si rischia di farci l'abitudine e di considerarli scontati. La verità è che se si comincia a trascurare il rapporto di coppia, anche dopo anni vissuti in grande sintonia e armonia, quello rischia di incrinarsi e a mostrare le prime crepe, specie una volta che si è raggiunta la mezza età. Per evitare che ciò possa accadere, la guru delle relazioni di coppia Heidi Poelman ha scritto un libro che promette di salvare il matrimonio nel giro di due minuti. Il titolo del libro è The Two-Minute Marriage Project: Simple Secrets For Staying In Love e si basa sulla cosiddetta teoria dei nudge, termine traducibile in italiano con la parola 'pungolo'. Come spiega il Daily Mail, si tratta di una teoria secondo cui piccole azioni quotidiane sono in grado di influenzare positivamente le decisioni altrui lasciando comunque libertà di scelta. Ecco dunque qui di seguito alcune strategie per salvare il matrimonio.

GIUSTIFICARSI È MEGLIO
Spesso ci si dimentica del motivo per cui, dopo tanti anni, si è deciso di sposare proprio lui tra tanti. Col passare degli anni, le qualità passano in secondo piano, a tutto vantaggio dei difetti che troviamo insopportabili. Piccoli vizi che, accumulati giorno dopo giorno, ci portano vicine al punto di rottura. Questa tendenza nel vedere solo i lati negativi del partner è stata confermata da una ricerca. Grazie alla quale si è scoperto che in quelle coppie dove si tende a giustificare il partner, la relazione è più sana. Un esempio? Se lui si dimentica di mettere la tazza nel lavello, non è per pigrizia ma per mancanza di tempo.

BACI A PIÙ NON POSSO
E che dire del bacio? Con il passare dei giorni la passione può forse venire meno, ma è importante di tanto in tanto lasciarsi andare a un bacio appassionato. Una ricerca ha scoperto che le coppie che si baciavano più di frequente registravano livelli inferiore non solo di stress, ma anche di colesterolo.

«BRAVO!» «BRAVA!»
È fondamentale anche incoraggiarsi e complimentarsi a vicenda per gli obiettivi raggiunti, sul lavoro o altrove. Apprezzarsi fa bene, insomma. Le coppie con un basso livello di risposta e di entusiasmo registrano un tasso inferiore di felicità. Altrettanto importante è saper accogliere l'altro dopo un periodo di separazione forzata. Per quanto si possa essere stanchi, accogliere il partner con sincero interesse è fondamentale per rinforzare il legame di coppia.

DITE 'NOI', NON 'IO'
Se la parola 'coppia' ricorre spesso in questo articolo, è perché bisogna imparare proprio a pensare come coppia, e non come singoli. Le decisioni vanno sempre prese insieme, e anche quando ci si rapporta al mondo esterno bisogna usare la prima persona plurale piuttosto che la prima singolare. Se a questo si uniscono piccole attenzioni reciproche, come una carezza ogni tanto o un the al momento giusto, la coppia resisterà anche alle crisi peggiori. Ciò che conta, in definitiva, è considerare l'altro (o l'altra) come una priorità a cui dare sempre ascolto e aiuto, in qualsiasi momento e quale che sia l'attività in cui siete impegnati in quel preciso istante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso