17 Giugno Giu 2015 0855 17 giugno 2015

Maturità 2015, ecco le tracce della prima prova

Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino tra le tracce della prima prova d'italiano, ma anche la Resistenza e Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014.

  • ...
esame maturità 2015

Al via la prima prova della maturità per 490 mila studenti, che dalle 8.30 e per sei ore, sono alle prese con le tracce  della prima prova d'italiano. Tra le tracce l'analisi del testo di un brano tratto da Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino, poi la Resistenza per la tipologia b, argomento storico, Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace nel 2014,  e il diritto all'istruzione per l'attualità. Tra le altre tracce anche Il Mediterraneo e le sfide del XXI secolo, mentre  quella di ambito tecnico scientifico si focalizza sullo «sviluppo scientifico e tecnologico dell'elettronica e dell'informatica» e chiede agli studenti  di illustrare «come  ha trasformato il mondo della comunicazione». Per il saggio breve o articolo di giornale in ambito letterario è stata scelta La letteratura come esperienza di vita. 

Uno dei tweet che inseriscono "Il sentiero dei nidi di ragno" di Italo Calvino come argomento d' esame.
Come ormai consuetudine l'invio delle tracce delle prove scritte è avvenuto attraverso il plico telematico, 'buste' criptate recapitate per via informatica alle scuole. Per la loro apertura è necessaria una password che è stata letta dallo stesso ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, in diretta dal Tg1. Sei le ore a disposizione per lo svolgimento.

IL RISCALDAMENTO SUL WEB
Molti studenti hanno passato la motte prima degli esami a cercare consigli, supporto e compagnia sul web. Quasi 100 mila maturandi su 490 mila hanno partecipato all'evento organizzato dal portale Skuola.net, che come ogni anno ha organizzato una videochat in diretta streaming per supportare i maturandi in ansia dalle 20.30 di ieri sera fino alle 8.00 di stamani, interrompendo la diretta solamente al momento del fischio di inizio, alle 8.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso