12 Giugno Giu 2015 1106 12 giugno 2015

Goodbye hipster

Tutto quello che bisogna sapere sugli Yuccie, la categoria umana che segna il tramonto degli snob con la barba rasata vintage e la camicia a quadretti .

  • ...
Yuccies

In fondo era prevedibile. È arrivato il momento di dire addio agli hipster. D'altronde erano diventati troppo mainstream, comuni, banali. Insomma troppo. Ma lo spazio fino ad oggi occupato dagli snob con la barba rasata vintage e la camicia a quadretti non resterà vacante a lungo. Anzi c'è già un nuovo stereotipo di tendenza con un nome che, se possibile, è ancora più bizzarro. Si chiamano infatti Yuccie termine che sta per Young Urban Creatives, letteralmente giovani creativi urbani. Ad individuare questa nuova categoria umana è stato il sito web statunitense Mashable che li definisce «Millennials ultra-colti accomunati non tanto da uno stile quanto da un obiettivo di vita, farsi pagare per il proprio lavoro creativo». Un po' come tutti quelli che avevano aderito alla campagna di sensibilizzazione #CoglioneNo contro il lavoro creativo gratuito.

IL LAVORO È UNA QUESTIONE ETICA
Insomma dei sognatori che sono intorno a noi. A Milano soprattutto. Curano i social network di campagne sponsorizzate, sono programmatori, consulenti marketing, aprono piccole boutique indipendenti e vendono occhiali fatti di bambù biologico cresciuto in piantagioni sostenibili. Gente che, se ce l'ha, lascia il posto fisso perchè si sente sottovalutata per poi dedicarsi alla passione che coltiva da anni. O magari si scopre blogger. Gli obiettivi sono due: fare un sacco di soldi e preservare la propria autonomia creativa. Perchè per gli Yuccie il lavoro, per loro, è una questione etica. E la ricchezza è sempre in relazione con la propria creatività. Quindi vogliono essere pagati per avere idee, invece che per eseguire quelle altrui.
Huffington Post Italia ha anche aggiunto una lista con le otto caratteristiche che permettono di identificare gli Yuccie italiani. Eccola:

- Ama i dolci artigianali
- Fa corsi creativi di pittura o acquarello
- Evita tatuaggi troppo vistosi perchè non è prudente dal punto di vista lavorativo
- Compra i giornali solo nel weekend meglio se con gli inserti culturali
- Ha migliaia di follower su Instagram, ma nessuno su Twitter
- Adora mangiare al ristorante, per poi poter postare foto modificate su Instagram
- Caratterialmente è immensamente cinico
- Per lo Yuccie l’ammirazione altrui è basilare per sentire che le proprie idee valgono

E se avete qualche dubbio sul vostro lui potete fargli fare il quiz proposto da Mashable per scoprire se è davvero uno Yuccie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso