Tecnologia 3 Aprile Apr 2015 1717 03 aprile 2015

A spasso nella città robot

Alla periferia di Detroit una metropoli in miniatura per testare le auto senza conducente. Il progetto è dell'Università del Michighan.

  • ...
USA, UNA CITTÀ DI ROBOT PER TESTARE AUTO SENZA CONDUCENTE

Il progetto è nato dalla collaborazione dell'ateneo con alcuni grandi costruttori come Ford, General Motors e Toyota.

AP - ANSA

Un'intera città popolata da robot per testare senza incidenti di percorso le auto del futuro: quelle senza conducente tipo Google car o di case come Ford e Mercedes. L'iniziativa è dell'Università Usa del Michighan che il 20 luglio ha intenzione di inaugurare alla periferia di Detroit una metropoli in miniatura di quasi 13 ettari che si chiamerà M City.

COLLABORAZIONE CON GRANDI COSTRUTTORI AUTOMOBILISTICI
Un luogo che sarà messo a disposizione per le prove su strada di veicoli 'connessi', a guida assistita e del tutto 'autonomi'. «Siamo stati inondati di richieste di visite e dimostrazioni», ha spiegato a Bloomberg Peter Sweatman, responsabile del progetto. M City è costata circa sei milioni e mezzo di dollari ed è nata da una collaborazione tra l'ateneo e grandi costruttori come Ford, General Motors e Toyota. Oltre ai pedoni-robot, M City sarà una città in piena regola, con una quarantina di edifici, incroci, un ponte, un tunnel, rampe, vie ostruite e anche un'autostrada a quattro corsie.

PEDONI ROBOT PER TESTARE I SENSORI
Pedoni-robot faranno ogni tanto capolino in mezzo al traffico per testare la sensibilità dei sensori delle vetture, senza alcun tipo di rischio per persone in carne e ossa. Il mercato di riferimento è allettante e le case automobilistiche non vogliono stare a guardare: secondo uno studio del Boston Consulting Group, fra soli dieci anni la tecnologia senza conducente avrà un valore di 42 miliardi di dollari all'anno, mentre le auto che si guidano da sole potrebbero essere un quarto del mercato automobilistico nel 2035.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso