Vita di coppia 11 Ottobre Ott 2014 0900 11 ottobre 2014

4 motivi per non fingere l'orgasmo

Il 42,2% delle donne mente sotto le lenzuola. Ma non ne vale la pena. Ecco perché.

  • ...
harry_ti_presento_sally-49014163

Meg Ryan nela famosa scena del finto orgasmo del film Harry ti presento Sally.

Secondo le statistiche della Società Italiana di Medicina generale più di una donna su tre, precisamente il 42,2% finge l'orgasmo. Tra le cause principali la paura di essere respinta, il senso di colpa e il pensiero di non essere all’altezza. Fingere, però, non risolve il disagio. Ecco quattro buoni motivi per smettere di farlo.


1. DAI UNA SPINTA ALL'AUTOSTIMA
Riconosciti la possibilità di provare e condividere un piacere originale. Per prima cosa, comincia a lavorare sulla tua autostima: la mancanza di sicurezza personale è alla base del timore di non raggiungere l’orgasmo. Ricorda che puoi essere te stessa, anche nelle difficoltà e che un orgasmo mancato è un modo per conoscerti e conoscere meglio il tuo partner. La comunicazione sessuale è fondamentale: «Non tutte le donne sono uguali e reagiscono allo stesso modo alle stimolazioni» sottolinea Roberta Rossi, docente all’Istituto di Sessuologia Clinica di Roma, «e lo stesso vale per gli uomini, per cui bisogna parlarne e conoscersi».

2. RILASSATI E VEDRAI CHE IL PIACERE AUMENTA
È importante non confondere l’anorgasmia con la mancanza di desiderio. Non raggiungere l’orgasmo non vuol dire non essere attratte dall’altro. La mancanza di desiderio è in realtà creata dalla finzione stessa: vivendo il momento erotico con ansia da prestazione e senso di inadeguatezza (“anche stavolta non sentirò piacere e dovrò fingere” “ci risiamo, non accadrà niente”), la carica sessuale si irrigidisce e la passione diminuisce.

3. CANCELLA LE PARANOIE, CREANO SOLO ANSIA
La maggior parte delle donne simula l’orgasmo quando sospetta l’infedeltà da parte del partner: è quanto emerso da una ricerca della Columbia University. «La finzione è vista da lei come un vantaggio evolutivo» spiega Kaighobaldi, responsabile dello studio, «perché le permetterebbe di ridurre potenziali rischi di tradimento. I parnter di donne anorgasmiche sono infatti i più insoddisfatti». Ma fingendo la paura resta. Parlane con lui senza simulare: è l’unico modo per zittire le tue paranoie e azzerare le paure che potrebbero, altrimenti, ripresentarsi in altre circostanze.

 4. CONFESSA L' ORGASMO MANCATO, LUI APPREZZERÁ
«Ci sono donne che non hanno alcun problema legato al piacere», dice ancora la sessuologa Rossi, «ma che fingono saltuariamente solo per non dover dare spiegazioni al partner sul mancato obiettivo». Rilassati, allora, perché lui non è il tuo papà: in coppia nessuno è obbligato a giustificarsi o a scursarsi con l’altro. E, in ogni caso, è più facile giustificare un orgasmo mancato che una finzione continua. Non illuderti, infatti, che lui non se ne accorga: il sesto senso degli uomini si sviluppa proprio sotto le coperte – ha rivelato uno studio dell’Università di Waterloo - dove le finzioni e le vocalizzazioni strategiche di lei sono facilmente intuite e raramente apprezzate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso