Il punto 23 Settembre Set 2014 1147 23 settembre 2014

Milano tra fiori e frange retrò

Bianco e sabbia sulle passerelle della fashion week milanese. Con un po' di malinconia per gli Anni '70.

  • ...
Day-5-Fashion-Week_boxtoparticoli_grande

Sulle passerelle milanesi il bianco e il panna sono stati tra i colori dominanti.

Ora che i riflettori sulla settimana della moda milanese si sono spenti, prima  di riaccendersi a Parigi è tempo di fare il punto sulle nuove tendenze.  Quest’anno le passerelle hanno visto le tradizionali linee che da sempre popolano il fitto calendario milanese, con alcune novità. Tra queste il lancio di Giamba, la linea prêt à porter di Giambattista Valli, che solitamente si dedica solo alla Haute Couture parigina. La donna della prossima primavera/estate 2015 ama coprirsi di abiti scivolati, con linee che vanno oltre i confini del corpo e si allungano sui piedi per vestiti e gonne portati lunghissimi. I colori sono vivaci da una parte e molto neutri dall’altra, con il bianco e il sabbia che la fanno da padroni.
I FIORI
Non mancano naturalmente i fiori, come da tradizione. È interessante però la lettura che ogni stilista ne fa. Luisa Beccaria, ad esempio, punta a un mood romantico con vestitini svolazzanti dai colori tenui, come quelli di Ermanno Scervino con fiori arancioni in contrasto, mentre i tubini di Blumarine hanno maxi fiori dai colori vitaminici. Max Mara colora i suoi cappotti con decine di fiori arancioni e Marni disegna abiti asimmetrici con foglie e fiori dal gusto concettuale.
TINTE NEUTRE
Saranno però anche il bianco e tutta la gamma di colori neutri a dominare la prossima stagione calda. Da Salvatore Ferragamo è il panna delle bluse oversize con maniche a uovo ad avere la meglio, così come da Tod’s per completi pantalone chiusi in vita da cinture eccentriche. Giorgio Armani punta al sabbia con gonne in voile che ripropongono le sinuosità delle dune del deserto, mentre da Trussardi è la nappa beige a comporre completi con casacche e gonne plissettate da esploratrice urbana.
ABITI LUNGHI
Le lunghezze per la prossima estate sono infinite, per gonne che vanno ben oltre il ginocchio e abiti che allungano il corpo. Dritti e con maxi fantasie le gonne e i vestiti di Antonio Marras, sensuali ma in tinta unita invece quelli firmati Costume National. Punta al colore Roberto Cavalli con lunghi caftani composti da mille righe multicolor, mentre Missoni crea outfit con le sue tradizionali texture, dove pullover e gonne si sovrappongono e si intersecano, allungandosi fino ai piedi.
FRANGE RETRO
Ci sono donne poi che amano le contaminazioni, meglio ancora se arrivano dal passato. Così scendono in passerella una serie di collezioni ispirate agli Anni Sessanta e Settanta dove però la protagonista è la pelle scamosciata. Prende la foggia di pantaloni rimborsati da Gucci, portati con camicie dalle stampe suggestive, mentre da Alberta Ferretti lo scamosciato compone abiti, gilet e borse ricchi di frange. Le stesse che ritroviamo anche nelle tracolline di Emilio Pucci, a completare outfit dal sapore hippie. Un po’ lo stesso che si respira da Etro,

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso