Bellezza 25 Agosto Ago 2014 1554 25 agosto 2014

Pelle al centro

Dopo l'estate la pelle ha bisogno di un pieno di idratazione. I consigli dell'esperto.

  • ...
Pelle perfetta con il correttore

Prima dell'autunno è bene effettuare un trattamento d'urto di idratazione per la pelle.

La pelle può essere paragonata a un frutto: quando inizia a perdere il suo contenuto d’acqua, perde anche tonicità. L’epidermide, infatti, è costituita per il 70% da acqua. Un elemento indispensabile non solo alla vita del corpo umano, ma anche alla bellezza. «Regola il pH cutaneo, permette di eliminare scorie e tossine, stimola il rinnovamento cellulare, combatte l’invecchiamento, lubrifica i tessuti», precisa il dermatologo Antonino Di Pietro, direttore scientifico dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano (www.istitutodermoclinico.com), con il quale Letteradonna.it ha voluto approfondire questo argomento.
DOMANDA: Quali sono le cause della disidratazione?
RISPOSTA:  Anzitutto le aggressioni degli agenti esterni. In questo periodo, le più dannose sono sicuramente quelle dei raggi UV. Non è da sottovalutare, poi, il fattore età: con il passare degli anni la capacità della pelle di trattenere l’acqua si riduce parecchio.
D: Come mantenere il tasso idrico cutaneo a livelli ottimali?
R: La quantità di acqua presente nello strato più superficiale della pelle non deve scendere sotto il 10%. E oggi esistono creme create proprio a questo scopo. Il clou delle loro formule è costituito da principi attivi specifici, come il mix formato da fosfolipidi e glucosamina, un potente rigenerante e idratante, l’acido ialuronico, il deltalattone e le ceramidi, utili per migliorare la compattezza della pelle e ridurre la perdita d’acqua.
D: Quali trattamenti offre la medicina estetica alle epidermidi particolarmente aride?
R: Si ottengono ottimi risultati con il picotage, un trattamento idratante intensivo, ideale per restituire freschezza alle pelli stressate dal sole. Consiste in una serie di microiniezioni a base di acido ialuronico effettuate su viso e collo a distanza ravvicinata. Oltre a migliorare l’idratazione, il picotage stimola l’attività dei fibroblasti, le cellule produttrici di collagene, rendendo la pelle più turgida ed elastica».
D: L’acqua che si beve durante la giornata incide sull’idratazione cutanea?
R: Introducendo acqua dall’esterno in quantità sufficiente, un litro e mezzo attraverso le bevande e mezzo litro con i cibi, si permette all’organismo di fare buona scorta di liquidi, cui l’epidermide può attingere quando diventa molto secca, spesso a causa di condizioni meteorologiche estreme.
D: Anche la pelle grassa va idratata?
R: Certo. Le secrezioni sebacee non mettono la pelle al riparo dalla disidratazione. Naturalmente, occorre scegliere emulsioni leggere, prive di oli, arricchite con sostanze attive ad azione riequilibrante e vitamine, in particolare la B6, la F, la E e il pantenolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso