Lavoro 21 Luglio Lug 2014 1042 21 luglio 2014

Il maggiordomo lo voglio donna

Complice la crisi sempre più signore scelgono di intraprendere questa carriera. In alberghi o in case private.

  • ...
453091031

Aumentano le donne che scelgono di fare il maggiordomo.

Getty Images/iStockphoto

C'era una volta Ambrogio. Il cameriere tuttofare, quello che non faceva mai mancare champagne ghiacciato e camino acceso. Adesso Ambrogio non è più solo. Con lui c'è un piccolo esercito di donne che, complice la crisi, sta scegliendo questa carriera un tempo riservata solo al sesso forte.
Sono, infatti, sempre di più le ragazze che, dopo aver seguito un corso di formazione, decidono di diventare maggiordomo. Il loro numero negli ultimi anni è cresciuto – anche se non è disponibile una statistica vera e propria – perché questa figura professionale è molto richiesta, sia nelle case private sia negli hotel e nei resort di lusso.
INDISPENSABILE LA CONOSCENZA DELLE LINGUE
E allora diventare l'angelo custode di qualcuno può davvero rappresentare l'occasione per fare carriera. Perché oggi il maggiordomo non pensa più solo alla conduzione della casa, ma fa tutto: prenota le vacanze su internet, compila le email. Insomma, si occupa della vita privata del proprio datore di lavoro, come se fosse la sua segretaria tuttofare.
E proprio per questo il suo ruolo può essere rivestito sia da un uomo sia da una donna. «Il maggiordomo non è più un semplice cameriere, a tutti gli effetti è diventato colui che organizza la vita degli altri, in casa come nei grandi alberghi», ha spiegato il presidente dell'Associazione nazionale maggiordomi, Elisa Dal Bosco. «Per fare questo lavoro bisogna avere una grandissima dimestichezza con internet, con i tablet e con gli smartphone. Inoltre è necessario avere molta cultura e conoscere più di una lingua».
UN CORSO DI 450 ORE 
Ma come si fa a diventare il maggiordomo perfetto?
Innanzi tutto è possibile seguire uno dei corsi organizzati dall'Associazione nazionale. I percorsi didattici sono tagliati su misura in base alle richieste, possono durare solo una giornata o essere organizzati in pacchetti di 450 ore più stage, in collaborazione con le istituzioni e le Regioni.
«C'è molto interesse intorno a questa professione perché la figura del maggiordomo è richiestissima, soprattutto in Italia dove mediamente restano a lavorare nove persone su dieci», ha proseguito il presidente. «L'età media degli iscritti va dai 22 ai 55 anni, con una maggioranza di persone più grandi. Sono quelle che hanno perso il lavoro e che sperano di avere una nuova opportunità. I nostri corsi sono attivi dal 2009 e fino a ora hanno permesso a molte persone, di solito con esperienze pregresse nel settore, di trovare una nuova occupazione».
LO STAGE IN ALBERGO
Una volta terminato il corso è possibile fare uno stage – solitamente in un grande albergo – per mettersi in mostra. Si tratta del primo vero passo nel mondo del lavoro, indispensabile per imparare tutti i segreti dei maggiordomi più navigati e per metterli in pratica. Normalmente tutti i corsi di formazione seri offrono la possibilità di effettuare uno stage finale.
L'ORGANIZZAZIONE È TUTTO
Per essere un buon maggiordomo occorre allenare le proprie capacità organizzative. E specializzarsi, con il web e con le lingue straniere. Un bravo maggiordomo deve saper organizzare un evento importante: è la persona a cui si affida chi è troppo occupato e chi ha poco tempo da dedicarsi. Per questo non può lasciare nulla al caso.
DA 1.500 a OLTRE 2.000 EURO AL MESE
Insomma, il percorso è complesso, ma le soddisfazioni – anche economiche – sono tante. Normalmente il salario medio in un grande albergo è di 1.500 euro, ai quali vanno aggiunte le mance. Chi lavora in casa, invece, può aspirare a ottenere anche duemila euro, con vitto e alloggio gratis. E poi ci sono i freelance, che rispondono a specifiche chiamate applicando la loro tariffa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso