Passerelle 20 Maggio Mag 2014 1614 20 maggio 2014

Il meglio e il peggio di Cannes

Look principeschi e abiti da incubo. Chi sale e chi scende sul red carpet della Croisette.

  • ...
Opening Ceremony Dinner - The 67th Annual Cannes Film Festival

Sonam Kapoor. Da dieci e lode quest'abito Elie Saab Couture che le conferisce un'aria principesca.

Catalano Alfonso/ Montingelli Massimiliano/SGP - Copyright Catalano Alfonso/ Montingelli Massimiliano/SGP 2014

Continua il Festival di Cannes e ogni giorno il red carpet si popola di star e starlette con abiti da sogno o incubi fatti di tessuto.
Come ogni anno c'è la continua lotta tra il bello e il brutto, tra look principeschi e outfit che anche Cenerentola si vergognerebbe di indossare. Così LetteraDonna.it ha raccolto per voi il meglio e il peggio visto fino a ora sul celebre tapis rouge.
ABITI DA 10 E LODE
A vincere in eleganza al momento è sicuramente Sonam Kapoor, che con il suo abito nero principesco firmato Elie Saab Couture ha fatto sognare tutti. Non è stata da meno Nicole Kidman, che avvolta di cristalli in Giorgio Armani Privè ha inaugurato il Festival.
Anche Freida Pinto non è passata inosservata con un lungo abito color champagne fatto di leggerissime piume di marabù, disegnato per lei da Michael Kors. Lasciando da parte gli strascichi, anche gli abiti dritti possono dare molte soddisfazioni. È il caso ad esempio di Kate Blanchet, illuminata da un abito di Givenchy fatto di squame argentate sul corpetto, o di Miranda Otto, con un abito a sirena candido come il suo incarnato.
INCIDENTI OPTICAL
Ci sono però anche gli scivoloni e a perseguitare il buon gusto quest'anno ci pensano le fantasie optical. Se è vero che il bianco e nero è un trend per la prossima estate, è anche vero che sul red carpet rischia di stonare parecchio.
Ci sono cascate  l'italiana Raffaella Zardo e la bella Jess Weixler, con gonnelloni black and white decisamente troppo vaporosi. Anche il taffetà può trasformarsi in un arma contro lo stile.
Ne hanno pagato le spese Natacha Reigner con un abito dai colori stantii e Julienne Moore, sempre impeccabile, che questa volta si è fatta fregare dagli abbinamenti. Poi c'è la showgirl russa Elena Lenina, che con dei look improponibili ha portato una ventata di Est anche a Cannes. Come ogni red carpet che si rispetti, infine, non può mancare Tiziana Rocca con i suoi abiti dalle fantasie improponibili. Qualcuno glielo dica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso