Accessori 17 Maggio Mag 2014 0900 17 maggio 2014

Il riscatto della ciabatta

Ora si porta anche per gli eventi mondani. I sandali? Bassissimi e colorati o metallici per la sera.

  • ...
Givenchy

Givenchy. Collezione primavera/estate 2014.

Essere al passo con le tendenze ma stare comode allo stesso tempo? Sembra un binomio impossibile, ma pare che gli stilisti per la primavera/estate 2014 si siano messi una mano sul cuore, almeno in fatto di scarpe. I sandali quest'anno si portano raso terra, bassissimi e colorati per il giorno e nei colori metallici per la sera. Ma la vera rivoluzione, non amata dai puristi, sono le ciabatte, che ora non si usano solo per stare in casa o per la piscina, ma anche per gli eventi mondani.
COLORI PER IL GIORNO
Per il giorno i sandali devono essere comodi ma assolutamente glamour. Questa almeno è la combinazione che arriva dalle passerelle di Givenchy e Paul&Joe. A trionfare più in generale è il colore, come nei sandaletti dalle tinte pastello di Christian Loboutin o quelli di Kenzo, dal profilo tecnico. Sono bianchi con la suola in sughero quelli di Mango, mentre Zara punta all'etnico, con sandaletti dai dettagli pitonati.
CIABATTE IN CASA E PER STRADA
Se vogliamo proprio dare la colpa a qualcuno, sono sicuramente Marni e Missoni, che hanno cercato di restituire dignità alla ciabatta, facendola addirittura sfilare in passerella con piglio sportivo. Li segue a ruota Marc Jacobs con una ciabattina blu che nei motivi riprende i pattern degli abiti, mentre Givenchy e Birkenstock, il celebre brand di sandali tedeschi, propongono fantasie a fiori sulle loro cibatte dalle fibbie in evidenza.
ORO PER LA SERA
La sera dunque si può rinunciare al tacco 12, in favore di più comodi sandali basi. Valentino fa sfilare le sue modelle con ciabattine impreziosite da dettagli in oro, mentre da Alaia i sandali sono tempestati da piccolissime pietre luccicanti. Oro puro da Bottega Veneta per un sandaletto minimalista, almeno nella forma, mentre da Tamara Mellon, le stringhe, questa volta argentate, salgono sulla caviglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso