Promosse e bocciate 1 Aprile Apr 2014 0900 01 aprile 2014

Stile regale sì ma non per tutte

Kate e Rania di Giordania le più eleganti. Bocciate Marit di Norvegia e Victoria di Svezia.

  • ...
Queen Elizabeth II Accompanied By The Duke Of Edinburgh Holds A Lunch For Sovereign Monarchs

Da sinstra Rania di Giordania, Kate Middleton e Victoria di Svezia.

WPA Pool - 2012 Getty Images

Il protocollo si sa è rigidissimo per le reali di tutto il mondo, anche in fatto di stile. Se i colori pastello e i fiorellini sono lo stereotipo dei guardaroba regali, le nuove principesse o le giovani regine cercano di rompere le regole, proponendo look al passo con i tempi, con qualche naturale eccezione.
LE REGINE DI STILE
Con l’arrivo di Kate Middleton, l’attuale Duchessa di Cambridge, i guru dello stile si sono focalizzati solo su di lei e suoi suoi completini posati ma griffatissimi. Amante di Alexander McQueen e Stella McCartney, sceglie sempre tubini e cappottini di grido, ma che non turbino il gusto della Regina Elisabetta.
Prima di lei, però, è stata Rania, Regina di Giordania, a dettare le regole dell’eleganza. Spesso vestita da Giorgio Armani o altri stilisti rinomati, riesce a rendere ogni look elegante ma non pretenzioso e ha di fatto riscritto lo stile di una regina. In Spagna, invece, è Letizia Ortiz a rivoluzionare il guardaroba della corona, con tubini e completi ricercati, accompagnati sempre da acconciature e make up semplici, ma impeccabili. Anche Charlene di Monaco, da poco diventata principessa, si è subito distinta per il suo gusto nel saper scegliere gli abiti per ogni occasione, dal Gran Premio di Montecarlo al Ballo della Rosa.
LE RIPETENTI
Dall’altra parte, però, c’è chi ha ancora molto da imparare. Le principessa scandinave, ad esempio, sono ancora molto lontane dallo stile delle loro colleghe europee. Forse troppo imbalsamate, non stupiscono mai con i loro look. Mette Marit di Norvegia sceglie outfit troppo composti che non sottolineano la sua femminilità. Victoria di Svezia dovrebbe, invece, osare di più e abbandonare quei vestitini morigerati che la invecchiano di qualche anno.
C’è poi Màxima d’Olanda, che ha gusto negli abbinamenti e nell’accostamento dei colori, ma si fa prendere da bluse e cappelli troppo elaborati che la riportano inevitabilmente indietro nel tempo.
Buon gusto anche per Marie Di Danimarca che però talvolta sembra la copia nordica di Kate e dovrebbe pertanto trovare una chiave originale per spiccare, almeno in fatto di glamour.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso