Salute 27 Marzo Mar 2014 1143 27 marzo 2014

La placenta? Bevitela

Claudia Galanti la consuma frullata. Ma non è la sola. Del resto è ricca di ferro e ormoni.

  • ...
C_4_articolo_2035897__ImageGallery__imageGalleryItem_4_image

Claudia Galanti mentre sorseggia il suo frullato di placenta.

Claudia Galanti è sempre un passo avanti alle colleghe. Il 21 marzo scorso la showgirl ha dato alla luce la sua terza figlia Indila Carolina e oggi ha annunciato su Twitter di bersi il frullato della sua placenta.  «Il meglio per il mio corpo me lo dà il mio corpo!» ha cinguettato la paraguaiana.
La pratica della placentofagia, può apparire barbara, ma in realtà è molto usata nei paesi del Nord Europa e America, ma si sta diffondendo anche nel resto del Vecchio Continente. E i benefici, a detta degli esperti, sono molti non solo per la mamma, ma anche per il bebé .
LE PROPRIETÁ
La placenta, infatti, a detta degli esperti ha incredibili riserve di ferro e ormoni. Non solo, contiene anche gonadotropina, il precursore di estrogeni, progesterone e testosterone; prolattina, l'ormone che promuove l’allattamento; ossitocina, ormone utile per un buon avviamento di allattamento e per incentivare il bonding madre-bambino; interferone, stimola il sistema immunitario a proteggere contro le infezioni; ormoni stimolanti la tiroide, che aumenta l’energia e aiuta a riprendersi da eventi stressanti; cortisone, che combatte lo stress e sblocca depositi di energia; prostaglandine, che fungono da anti-infiammatorio. E poi ancora: emoglobina e gammaglobuline.
I BENEFICI
I vantaggi per la salute sono diversi. Favorisce il riequilibrio degli ormoni in circolo, migliora la produzione di latte ed anticipa la comparsa della montata lattea, aumenta e fortifica le energie, aiuta a  recuperare più velocemente nel post-parto, dà una mano al corpo a eliminare tossine e liquidi in eccesso, aiuta ad evitare il “baby blues”,  aiuta l’utero a contrarsi per tornare alle dimensioni originarie e infine aumenta i livelli di ferro dopo il parto. Insomma è una vera e propria risorsa endogena: perfettamente adatta ai bisogni della madre in quanto da lei prodotta. Un integratore su misura,  biologico ed ecologico. Certo trovare il coraggio per farlo non è da tutte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso