Vocabolario 14 Febbraio Feb 2014 1221 14 febbraio 2014

Cinquanta sfumature di sesso

Cisgender, intersex, o two-spirit. Facebook esce dalla dicotomia maschio-femmina.

  • ...

La nuova schermata di Facebook, con la scelta del genere e dell'orientamento sessuale tra oltre 50 opzioni.

Battaglia vinta per gli oltre 40 mila firmatari della petizione rivolta a Facebook perchè abolisse la dicotomia maschio-femmina, alla voce: sesso o genere. Per ora solo sul mercato americano, gli utenti del social network più famoso al mondo possono scegliere tra 50 definizioni diverse, accuratamente scelte insieme ai rappresentanti delle più note associazioni lesbiche e gay.
Si va dalle più conosciute, come «androgina» o «transexual»,  a quelle che forse avranno bisogno di qualche spiegazione in più: «two-spirit», ovvero un terzo genere di chi non si riconosce nè nell'uomo, nè nella donna, identificato per la prima volta tra i Nativi Americani.
O anche «non binary», per chi desidera non essere ingabbiato in una definizione tradizionale. E poi «intersex», «pangender» e le tante declinazioni del concetto di transessualità, ben 19.
Curiosa anche la definizione riservata a chi non ha le idee chiare: «gender questioning», soluzione che ha come alternativa «gender fluid», perchè oscillare da una condizione all'altra è sempre più di moda.
UNA VITTORIA PER 700 MILA PERSONE
Il patron di Facebook, Mark Zuckerberg, ha ceduto alle pressioni, anche su spinta di Brielle Harrison, una componente chiave del suo staff che dopo essersi affrettata a cambiare il suo status da donna a transgender, ha spiegato: «Magari per molti tutto questo ha poca importanza. Ma per altri significa un nuovo mondo, una rivoluzione in piena regola. E visto che Facebook è sempre più la nostra carta di identità, era sconfortante che offrisse solo due opzioni».
La rivoluzione sessuale interessa le oltre 700 mila persone che negli Usa dichiarano di appartenere a un sesso diverso da quello di origine, che da oggi sono un po' più libere. E pare che la nuova opzione verrà presto estesa anche al resto del mondo.
TRA TRIONFALISMI E POLEMICHE
Tutto bene, quindi? Non esattamente. Se Facebook annuncia, con tanto di bandiera arcobaleno, che è orgoglioso di dare ai propri utenti una nuova possibilità di scelta, le associazioni cristiane, come Focus on the Family, contestano la decisione: «Facebook non ha il diritto di cambiare la realtà: al mondo ci sono solo maschi e femmine. E su di essi si basano la società e la famiglia tradizionale. Il resto, sono invenzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso