Il personaggio 19 Gennaio Gen 2014 0900 19 gennaio 2014

Helene, da cameriera a imprenditrice

Chi è Henderson, la chef più ricercata di Hollywood e dintorni. Che viene dalla Svezia.

  • ...
_MG_5261.CR2.p

Helene Henderson. Foto http://www.malibu-farm.com/photos/.

La storia è di quelle da Cenerentola moderna, più avvezza a sognare una carriera scintillante che un principe azzurro. Perché di certo Helene Henderson non è una da star buona in cucina ad aspettare che lui riporti la scarpetta di cristallo, anzi: quelle come lei le scarpette vanno a cercarsele da sole. Del resto, come spiegare altrimenti il successo di questa ragazza venuta dal freddo del nord Europa che ha saputo conquistare la California con i suoi piatti?
GLI INIZI DA CAMERIERA
Nata in Svezia da padre africano e madre scandinava, Helene ha iniziato sin da quando aveva dieci anni ad aiutare nel ristorante dove la madre faceva la cameriera. E poco tempo dopo anche lei è stata assunta nello stesso ruolo, acquisendo contemporaneamente sempre più dimestichezza con la cucina. Ma la giovane guarda avanti e a 18 anni con in tasca un biglietto aereo e 500 dollari è partita per gli States. Prima a New York poi Los Angeles dove ha conosciuto il marito John Stockwell.
Con lui nel 2008 ha deciso di trasferirsi a Malibu, per seguire la sua passione per il surf.
IL CATERING AI CORSI DI CUCINA
Lì, sfruttando l’esperienza acquisita nelle cucine dei ristoranti e a casa, ha aperto una sua società di catering, la Lavender Farms Catering. Il lavoro non mancava, i suoi piatti erano molto apprezzati, tanto che Helene ha  iniziato a esser richiesta come chef privata. E mentre lavorava per Stacy Snider, amministratore delegato della DreamWorks, alcune vicine di casa le hanno chiesto se per caso tenesse corsi di cucina. Perché non provare? Helene ha iniziato così questa nuova attività e ha aperto un blog. Nel giro di poco tempo  le è poi venuta l'idea di organizzare vere e proprie cene. La prima la fa  proprio a casa sua, nella farm, la fattoria che ha messo su col marito, con un paio di capre comprate su Craiglist (sito statunitense di annunci economici) per 40 dollari, qualche gallina, un maiale e un grande orto in cui coltivare verdure, ortaggi, frutta.
LA POTENZA DEL PASSA PAROLA
Il tam tam è rapidissimo, dal suo blog si passa ad altri e poi alla stampa: in poco tempo, Helene ha aperto un suo ristorante, il Malibu Farm Café on the Pier, con un menù che comprende solo cibi stagionali e organici, prodotti nella sua fattoria o comunque nella zona – tutto a chilometro zero, insomma. Ed è un grande successo tanto che il ristorante diviene uno dei punti di riferimento della zona, ed Helene una degli chef più richiesti del Sud della California. «È accaduto tutto all’improvviso» ha raccontato lei a un magazine statunitense «un minuto prima quella era casa mia, e il minuto dopo c’era gente dalla Cina e dalla Russia che voleva venire alla Malibu Farms».
MAI PENSARE TROPPO
E il suo consiglio per chi volesse intraprendere una carriera nel settore culinario è proprio quello di buttarsi senza pensare troppo: «Quando ho iniziato a fare catering in realtà volevo guadagnar qualcosa, non pensavo di metter su una vera e propria azienda. Per questo consglio a quelli che vogliono mettersi in proprio in questo settore di buttarsi e inziare a cucinare: preparate tutti i piatti che vi vengono in mente e fate mangiare i vostri amici. E se loro non vi dimostrano di essere entusiasti, beh, forse è il caso di fare qualcos’altro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso