Viso e corpo 13 Gennaio Gen 2014 1318 13 gennaio 2014

Pelle, diamoci un tono

Face gym, creme e sieri rassodanti, aghi d'oro effetto lifting. Contro il rilassamento cutaneo bisogna agire d'anticipo. Ecco come.

  • ...

L’Occitane. Crème Divine rinasce con una nuova formulazione e diventa Crème Divine Immortelle. Merito di un nuovo ingrediente, l’elicriso corso, una pianta dalla straordinaria longevità. Dotato di virtù antiossidanti e rigeneranti, l’estratto di questo fiore è potenziato da un complesso composto da sette principi attivi naturali (a 85 euro).

Ormai debellate da filler e botox, anche le rughe più profonde non fanno più paura. Contro il rilassamento cutaneo, invece, occorre giocare d’anticipo, non appena la pelle inizia a perdere consistenza o, meglio ancora, agire in chiave preventiva. E non solo in superficie. «Il tono del viso, infatti, non dipende esclusivamente dall’elasticità dell’epidermide, ma anche dalla buona funzionalità dei cinquantasette muscoletti, usati poco e male, che le forniscono un adeguato supporto», precisa Antonino Di Pietro, presidente fondatore dell’associazione di dermatologi plastici Isplad.
FACILI ESERCIZI DI FACE GYM
Per irrobustire i muscoli del viso ed evitare che con il passare degli anni si assottiglino, basta eseguire due volte al giorno alcuni esercizi di face gym, un vero allenamento della muscolatura facciale basato sui principi della ginnastica isometrica. Ecco i più facili. Contro il rilassamente delle plapebre: bloccare sdaldamente le sopracciglia con gli indici posizionati ad arco, poi tentare di sollevarle; per definire i contorni del viso: chiudere le mani a pugno e appoggiarle ai lati del mento, che deve essere leggermente inclinato verso il basso, quindi aprire lentamente la bocca opponendo resistenza con i pugni e, dopo qualche secondo, richiuderla; per tonificare il collo: le mani a coppa sotto il mento spingono verso l’alto, mentre il viso spinge in senso opposto. Ogni esercizio va ripetuto per 10 volte.
CREME E SIERI RASSODANTI
Rinforzare la struttura cutanea, in modo che la pelle rimanga compatta: è questo il compito delle creme antietà, studiate soprattutto per prevenire il cedimento dei tessuti cutanei. I principi attivi su cui punta la cosmetica sono gli estratti vegetali (tra cui quello inedito di elicriso), le ultracollaudate vitamine A e C e alcuni oligoelementi di origine marina. Queste sostanze sono spesso associate a complessi esclusivi, mirati a  preservare l’intergrità delle fibre elastiche.
AGHI D’ORO EFFETTO LIFTING
Quando l’ovale non è più perfettamente definito, l’azione cosmetica va integrata con quella della medicina estetica, che offre trattamenti interessanti. «Si ottengono ottimi risultati, per esempio, con il New Golden Lift», afferma Dvora Ancona, medico estetico e autrice del libro Belle senza bisturi (Cairo Editore). «È una nuova tecnologia basata su un sistema di radiofrequenza frazionata che, mediante uno speciale manipolo dotato di microaghi d’oro, veicola l’energia nei vari strati della pelle, stimolando la produzione di collagene», spiega la specialista. Per ottenere risultati ottimali occorrono 3-4 sedute, ma fin dalla prima la pelle appare più tesa e compatta.
UN FILO DI SOSTEGNO
Un’altra arma contro il rilassamento cutaneo è il soft lifting. Questa metodica prevede l’inserimento transcutaneo di speciali fili composti da acido polilattico e ialuronico il cui compito è sollevare i tessuti cutanei, che si ancorano nella nuova posizione ai piccoli coni distribuito lungo il filo. «Si ottiene così un doppio risultato: la pelle può contare su un valido sostegno e al tempo stesso riceve i benefici effetti rivitalizzanti dell’acido polilattico e ialuronico, che vengono rilasciati gradualmente», aggiunge Rosalba Russo, specialista in medicina estetica a Modena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso